INDIA E CINA IERI

INDIA E CINA IERI L’area occupata dalla civiltà dell’Indo era vastissima: più del doppio della Mesopotamia o della zona in cui si sviluppò la civiltà egizia.I Cinesi furono tra i primi a coltivare i gelsi, le cui foglie servivano per allevare i bachi da seta. Da queste larve si ricavava un filo che veniva poi tessuto per preparare stoffe leggere e preziose.Intorno al 1500 a.C. la regione dell’Indo fu invasa dagli Arii, provenienti da nord. Essi si stabilirono anche nella valle del Gange, l’altro grande fiume della regione indiana.L’opera più colossale della Cina è la Grande Muraglia. La sua costruzione cominciò nel III secolo a.C. per volere dell’imperatore Shi Huangdi, lo stesso a cui si deve il cosiddetto esercito di terracotta ritrovato a Xi’an.
 

INDIA E CINA IERI

L’area occupata dalla civiltà dell’Indo era vastissima: più del doppio della Mesopotamia o della zona in cui si sviluppò la civiltà egizia.

I Cinesi furono tra i primi a coltivare i gelsi, le cui foglie servivano per allevare i bachi da seta. Da queste larve si ricavava un filo che veniva poi tessuto per preparare stoffe leggere e preziose.

Intorno al 1500 a.C. la regione dell’Indo fu invasa dagli Arii, provenienti da nord. Essi si stabilirono anche nella valle del Gange, l’altro grande fiume della regione indiana.

L’opera più colossale della Cina è la Grande Muraglia. La sua costruzione cominciò nel III secolo a.C. per volere dell’imperatore Shi Huangdi, lo stesso a cui si deve il cosiddetto esercito di terracotta ritrovato a Xi’an.