NORD E SUD DEL MONDO

NORD E SUD DEL MONDO Per distinguere i paesi in base al loro livello di sviluppo si usa fare riferimento alla distinzione tra Nord e Sud del mondo. A Nord si trovano i paesi con un grande sviluppo industriale e tecnologico e quindi dotati di maggiori ricchezze; a Sud si trovano i paesi dove la vita è molto più difficile e molte persone vivono in grande povertà.I paesi più poveri sono accomunati da condizioni di arretrato sviluppo economico, assenza di materie prime, malnutrizione, analfabetismo, sovrappopolazione, instabilità politica.Alcuni paesi sottosviluppati hanno molte risorse minerarie ed energetiche, ma sono pieni di debiti nei confronti dei paesi ricchi, da cui continuano a comprare prodotti industriali.La distinzione tra Nord e Sud del mondo non è una distinzione strettamente geografica, perché l’Australia, la Nuova Zelanda e il Sudafrica sono a sud ma fanno parte del «Nord del mondo» essendo paesi ricchi.Tra i paesi più ricchi troviamo gli Stati Uniti, il Giappone, l’Italia, la Germania, la Francia e il Regno Unito.

NORD E SUD DEL MONDO

Per distinguere i paesi in base al loro livello di sviluppo si usa fare riferimento alla distinzione tra Nord e Sud del mondo. A Nord si trovano i paesi con un grande sviluppo industriale e tecnologico e quindi dotati di maggiori ricchezze; a Sud si trovano i paesi dove la vita è molto più difficile e molte persone vivono in grande povertà.

I paesi più poveri sono accomunati da condizioni di arretrato sviluppo economico, assenza di materie prime, malnutrizione, analfabetismo, sovrappopolazione, instabilità politica.
Alcuni paesi sottosviluppati hanno molte risorse minerarie ed energetiche, ma sono pieni di debiti nei confronti dei paesi ricchi, da cui continuano a comprare prodotti industriali.

La distinzione tra Nord e Sud del mondo non è una distinzione strettamente geografica, perché l’Australia, la Nuova Zelanda e il Sudafrica sono a sud ma fanno parte del «Nord del mondo» essendo paesi ricchi.

Tra i paesi più ricchi troviamo gli Stati Uniti, il Giappone, l’Italia, la Germania, la Francia e il Regno Unito.