FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

La riduzione in scala - Come si riduce un territorio per rappresentarlo in una carta? - Come si fa a sapere di quanto è stato ridotto il territorio rappresentato in una carta? Pensa a una strada lunga 200 metri: non si può certo rappresentarla su un foglio com’è nella realtà. Allora il cartografo la disegna più piccola, cioè la riduce, per esempio, di 10 000 volte; poiché 200 metri equivalgono a 20 000 cm, la strada sulla carta sarà lunga solo 2 cm (20 000 cm : 10 000 = 2 cm). Anche tutti gli altri elementi del territorio saranno ridotti allo stesso modo per mantenere le giuste proporzioni. Questa operazione si chiama riduzione in scala. Su ogni carta geografica è indicata la scala di riduzione che precisa quante volte il territorio è stato rimpicciolito. Grazie a questa indicazione chiunque utilizzi la carta può calcolare le misure reali. La scala viene indicata in due modi. Scala numerica 1 : 100000Si legge «uno a centomila» e significa che 1 cm sulla carta corrisponde a 100 000 cm nella realtà. Ci dice che la carta è 100 000 volte più piccola della realtà. Scala grafica È rappresentata con un segmento diviso in parti uguali, di solito lunghe 1 cm, e ci dice a quanto corrisponde nella realtà la lunghezza indicata dal segmento. Concetti CHIAVE Per rappresentare un territorio in piccolo il geografo usa la riduzione in scala, cioè divide tutte le misure del territorio per lo stesso numero in modo da ottenere misure più piccole. Esistono due tipi di scale: la scala numerica (1 : 100 000) e la scala grafica COMPRENDO E SPIEGO Osserva il disegno sopra e completa la spiegazione. La scala .............................................. si legge ......... a ............................... e mi dice che il territorio è stato ridotto di .............................. volte rispetto alla realtà.

La riduzione in scala

- Come si riduce un territorio per rappresentarlo in una carta?
- Come si fa a sapere di quanto è stato ridotto il territorio rappresentato in una carta?
Pensa a una strada lunga 200 metri: non si può certo rappresentarla su un foglio com’è nella realtà. Allora il cartografo la disegna più piccola, cioè la riduce, per esempio, di 10 000 volte; poiché 200 metri equivalgono a 20 000 cm, la strada sulla carta sarà lunga solo 2 cm (20 000 cm : 10 000 = 2 cm). Anche tutti gli altri elementi del territorio saranno ridotti allo stesso modo per mantenere le giuste proporzioni. Questa operazione si chiama riduzione in scala. Su ogni carta geografica è indicata la scala di riduzione che precisa quante volte il territorio è stato rimpicciolito. Grazie a questa indicazione chiunque utilizzi la carta può calcolare le misure reali. La scala viene indicata in due modi.


Scala numerica

1 : 100000
Si legge «uno a centomila» e significa che 1 cm sulla carta corrisponde a 100 000 cm nella realtà. Ci dice che la carta è 100 000 volte più piccola della realtà.

Scala grafica

È rappresentata con un segmento diviso in parti uguali, di solito lunghe 1 cm, e ci dice a quanto corrisponde nella realtà la lunghezza indicata dal segmento.

Concetti CHIAVE

Per rappresentare un territorio in piccolo il geografo usa la riduzione in scala, cioè divide tutte le misure del territorio per lo stesso numero in modo da ottenere misure più piccole.

Esistono due tipi di scale: la scala numerica (1 : 100 000) e la scala grafica