FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

TECNOLOGIA La bussola La bussola è uno strumento formato da un quadrante su cui sono indicati i punti cardinali. Al centro c’è un perno su cui ruota un ago calamitato. Poiché la Terra si comporta come un’enorme calamita, l’ago della bussola si rivolge sempre verso lo stesso punto: il nord. È facile usare la bussola: ruota il quadrante in modo che il nord coincida con la direzione indicata dall’ago. Una volta individuato il nord, puoi sapere la posizione degli altri punti cardinali. La bussola può servirti anche per orientarti con le carte geografiche. Nelle carte geografiche i quattro punti cardinali sono rappresentati sempre nella stessa posizione: il nord in alto, l’est a destra, l’ovest a sinistra, il sud in basso. Immagina di trovarti in un luogo sconosciuto e di voler raggiungere un punto che conosci. Innanzitutto devi orientare la carta, cioè ruotarla in modo che i punti cardinali rappresentati coincidano con la posizione nella realtà. Il modo più semplice è individuare il nord, utilizzando la bussola: una volta orientata correttamente la carta, tutti gli elementi rappresentati si trovano nella posizione in cui li vedi nella realtà. A questo punto sarà facile capire se per raggiungere la tua meta dovrai andare a destra, a sinistra o avanti. Il sistema GPSOggi per stabilire la posizione di un qualsiasi punto sulla Terra si utilizza un sistema informatico chiamato GPS, dalle iniziali di tre parole inglesi che significano Sistema Posizionamento Globale (Global Positioning System). satelliti artificiali in orbita nello spazio inviano segnali radio verso la Terra. Un navigatore GPS è in grado di ricevere informazioni dai satelliti e di elaborarle, individuando la posizione del luogo in cui ci troviamo e quella del luogo in cui vogliamo andare, calcolandone il percorso. Per orientarsi con bussola e carta si appoggia la carta su un piano, le si appoggia sopra la bussola e si ruota la carta finché il suo nord si trova nella stessa direzione di quello della bussola. Oggi i navigatori GPS sono in dotazione anche sulle automobili private.

TECNOLOGIA

La bussola

La bussola è uno strumento formato da un quadrante su cui sono indicati i punti cardinali. Al centro c’è un perno su cui ruota un ago calamitato. Poiché la Terra si comporta come un’enorme calamita, l’ago della bussola si rivolge sempre verso lo stesso punto: il nord. È facile usare la bussola: ruota il quadrante in modo che il nord coincida con la direzione indicata dall’ago. Una volta individuato il nord, puoi sapere la posizione degli altri punti cardinali. La bussola può servirti anche per orientarti con le carte geografiche. Nelle carte geografiche i quattro punti cardinali sono rappresentati sempre nella stessa posizione: il nord in alto, l’est a destra, l’ovest a sinistra, il sud in basso. Immagina di trovarti in un luogo sconosciuto e di voler raggiungere un punto che conosci. Innanzitutto devi orientare la carta, cioè ruotarla in modo che i punti cardinali rappresentati coincidano con la posizione nella realtà. Il modo più semplice è individuare il nord, utilizzando la bussola: una volta orientata correttamente la carta, tutti gli elementi rappresentati si trovano nella posizione in cui li vedi nella realtà. A questo punto sarà facile capire se per raggiungere la tua meta dovrai andare a destra, a sinistra o avanti.

Il sistema GPS

Oggi per stabilire la posizione di un qualsiasi punto sulla Terra si utilizza un sistema informatico chiamato GPS, dalle iniziali di tre parole inglesi che significano Sistema Posizionamento Globale (Global Positioning System). satelliti artificiali in orbita nello spazio inviano segnali radio verso la Terra. Un navigatore GPS è in grado di ricevere informazioni dai satelliti e di elaborarle, individuando la posizione del luogo in cui ci troviamo e quella del luogo in cui vogliamo andare, calcolandone il percorso.