FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

Concetti CHIAVE Le carte geografiche LE CARTE GEOGRAFICHE Le carte geografiche rappresentano il territorio in dimensioni ridotte rispetto a quelle reali, ma mantengono le proporzioni tra i suoi vari elementi. Rappresentano solo gli elementi più importanti del territorio, per mezzo di colori e simboli. LA RIDUZIONE IN SCALA Per rappresentare un territorio in piccolo il geografo usa la riduzione in scala, cioè divide tutte le misure del territorio per lo stesso numero, in modo da ottenere misure minori. Esistono due tipi di scala: la scala numerica e la scala grafica. CARTE CON SCALA DIVERSA In base alla scala utilizzata le carte si suddividono in: piante e mappe, carte topografiche e carte geografiche. Il planisfero rappresenta tutta la Terra su una superficie piana. CARTE CON INFORMAZIONI DIVERSE Una carta non può mostrare tutti gli aspetti di un territorio. Perciò esistono tre tipi di carte: le carte fisiche rappresentano gli elementi naturali, le carte politiche rappresentano gli elementi antropici (cioè costruiti dall’uomo), le carte tematiche rappresentano un aspetto particolare (per esempio il clima) di un territorio. L’ORIENTAMENTO Orientarsi significa conoscere la propria posizione sul territorio e saper «trovare l’Oriente». Per orientarsi si usano quattro punti cardinali: est o Oriente, la direzione in cui sorge il Sole; ovest o Occidente, la direzione in cui tramonta il Sole; sud, la posizione del Sole a Mezzogiorno; nord, la direzione opposta al sud. Di notte ci si orienta con la Stella Polare, che indica il nord. LE COORDINATE GEOGRAFICHE Per indicare la posizione di un luogo sulla Terra si utilizzano le coordinate geografiche, cioè si indicano la latitudine (distanza dall’Equatore) e la longitudine (distanza dal meridiano 0) di un luogo. Il sistema di coordinate si basa sul reticolo geografico, un insieme di linee immaginarie che avvolge la Terra, formato da: 360 meridiani (il principale è il Meridiano di Greenwich o meridiano 0) e 180 paralleli (il principale è l’Equatore). ORGANIZZARE I DATI Per studiare il territorio il geografo ha bisogno di dati numerici (lunghezze, altezze, popolazione…). Il geografo confronta i dati nelle tabelle e li rappresenta con colori e forme diverse nei grafici. La mappa delle CARTE GEOGRAFICHE Completa la mappa delle carte geografiche con le parole elencate. latitudine • politiche • approssimate • sorge • topografiche • longitudine • tramonta

Concetti CHIAVE

Le carte geografiche

LE CARTE GEOGRAFICHE
Le carte geografiche rappresentano il territorio in dimensioni ridotte rispetto a quelle reali, ma mantengono le proporzioni tra i suoi vari elementi. Rappresentano solo gli elementi più importanti del territorio, per mezzo di colori e simboli.

LA RIDUZIONE IN SCALA
Per rappresentare un territorio in piccolo il geografo usa la riduzione in scala, cioè divide tutte le misure del territorio per lo stesso numero, in modo da ottenere misure minori. Esistono due tipi di scala: la scala numerica e la scala grafica.

CARTE CON SCALA DIVERSA
In base alla scala utilizzata le carte si suddividono in: piante e mappe, carte topografiche e carte geografiche. Il planisfero rappresenta tutta la Terra su una superficie piana.

CARTE CON INFORMAZIONI DIVERSE
Una carta non può mostrare tutti gli aspetti di un territorio. Perciò esistono tre tipi di carte: le carte fisiche rappresentano gli elementi naturali, le carte politiche rappresentano gli elementi antropici (cioè costruiti dall’uomo), le carte tematiche rappresentano un aspetto particolare (per esempio il clima) di un territorio.

L’ORIENTAMENTO
Orientarsi significa conoscere la propria posizione sul territorio e saper «trovare l’Oriente». Per orientarsi si usano quattro punti cardinali: est o Oriente, la direzione in cui sorge il Sole; ovest o Occidente, la direzione in cui tramonta il Sole; sud, la posizione del Sole a Mezzogiorno; nord, la direzione opposta al sud. Di notte ci si orienta con la Stella Polare, che indica il nord.

LE COORDINATE GEOGRAFICHE
Per indicare la posizione di un luogo sulla Terra si utilizzano le coordinate geografiche, cioè si indicano la latitudine (distanza dall’Equatore) e la longitudine (distanza dal meridiano 0) di un luogo. Il sistema di coordinate si basa sul reticolo geografico, un insieme di linee immaginarie che avvolge la Terra, formato da: 360 meridiani (il principale è il Meridiano di Greenwich o meridiano 0) e 180 paralleli (il principale è l’Equatore).

ORGANIZZARE I DATI
Per studiare il territorio il geografo ha bisogno di dati numerici (lunghezze, altezze, popolazione…). Il geografo confronta i dati nelle tabelle e li rappresenta con colori e forme diverse nei grafici.

La mappa delle CARTE GEOGRAFICHE

Completa la mappa delle carte geografiche con le parole elencate.
latitudine • politiche • approssimate • sorge • topografiche • longitudine • tramonta