FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

I SUMERI I Sumeri furono i primi abitanti della Mesopotamia. A partire dal 4000 a.C. si stabilirono vicino alla foce del Tigri e dell’Eufrate, in un territorio chiamato Sumer, che significa «terra coltivata». Infatti i Sumeri, con il loro lavoro, trasformarono profondamente il territorio per renderlo adatto all’agricoltura. In Mesopotamia il clima era caldo e secco, solo le zone intorno al fiume erano coltivabili. Lontano dalle rive il terreno era arido. Periodicamente, però, a causa dei movimenti del mare, le acque del Tigri e dell’Eufrate traboccavano e inondavano le terre. I Sumeri, allora, costruirono un ingegnoso sistema di argini e canali. Così riuscirono a controllare le piene dei fiumi, a portare l’acqua in territori sempre più estesi e ad avere riserve idriche per i periodi di siccità. OSSERVO LA CARTA - Osserva la carta della pagina accanto e rispondi. • In quale golfo sfociano il Tigri e l’Eufrate? • Qual era la città più vicina al mare? • Dove osservi delle montagne? Lungo i fiumi. A nord della zona attraversata dai fiumi. - Osserva la carta di questa pagina. - Quali città si trovano sul territorio dei Sumeri? OSSERVO LA LINEA DEL TEMPO Indica con X la risposta. Le civiltà della Mesopotamia: - furono contemporanee. - si svilupparono una dopo l’altra. RICORDO E SPIEGO Usa le informazioni che già conosci e rispondi. Se non ricordi consulta le pagine precedenti. • A che cosa servivano i canali? • A che cosa servivano le dighe? • E gli argini? • Dove si raccoglieva l’acqua di riserva per i periodi di siccità? Concetti CHIAVE - La Mesopotamia era una grande pianura compresa tra due fiumi, il Tigri e l’Eufrate, situata nel vicino Oriente. - I primi abitanti della Mesopotamia furono i Sumeri, che nel 4000 a.C. diedero vita alla prima grande civiltà. Essi si insediarono sulle rive dei due fiumi e impararono a controllare le loro acque. Le attività dei Sumeri - A quali attività si dedicavano i Sumeri? - Quali materie prime sapevano utilizzare? - Erano tutte disponibili nella terra di Sumer? Abili agricoltori Grazie alle opere di controllo delle acque, la terra fertile di Sumer divenne adatta all’agricoltura: i campi davano abbondanti raccolti di frumento e orzo (da cui i Sumeri ricavavano anche la birra). Negli orti vicino al fiume crescevano cipolle, cetrioli, legumi; si coltivavano piante da frutto, tra cui la palma da dattero. Alcune zone erano riservate al pascolo di buoi e onagri, animali simili agli asini. I Sumeri allevavano anche capre, pecore e maiali. Artigiani e mercanti In città lavoravano molti artigiani, che producevano tessuti e abiti in lana, attrezzi e carri in legno, utensili in bronzo e rame, vasi in terracotta, gioielli in oro e pietre preziose… Dai moli lungo il fiume partivano le imbarcazioni dei mercanti per raggiungere terre lontane; là scambiavano le loro merci (prodotti agricoli e artigianali) con alcune preziose materie prime che scarseggiavano nella terra di Sumer, come il legno e i metalli. COMPRENDO E SPIEGO Sottolinea con i colori indicati le informazioni che trovi nella pagina su questi argomenti. Prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento. Materie prime utilizzate dagli artigiani. Oggetti prodotti dagli artigiani. Scambi con gli altri popoli. Utilizza le informazioni sottolineate per parlare delle attività dei Sumeri, in un primo tempo guardando il libro, poi senza consultarlo. Le merci erano trasportate lungo i fiumi con delle barche. Concetti CHIAVE I Sumeri erano agricoltori e allevavano animali. Erano anche abili artigiani e mercanti. Sapevano lavorare la lana, l’argilla, il legno, il bronzo e il rame, l’oro e le pietre preziose. I mercanti scambiavano i prodotti agricoli con legno e metalli.

I SUMERI

I Sumeri furono i primi abitanti della Mesopotamia. A partire dal 4000 a.C. si stabilirono vicino alla foce del Tigri e dell’Eufrate, in un territorio chiamato Sumer, che significa «terra coltivata».
Infatti i Sumeri, con il loro lavoro, trasformarono profondamente il territorio per renderlo adatto all’agricoltura.
In Mesopotamia il clima era caldo e secco, solo le zone intorno al fiume erano coltivabili. Lontano dalle rive il terreno era arido.
Periodicamente, però, a causa dei movimenti del mare, le acque del Tigri e dell’Eufrate traboccavano e inondavano le terre. I Sumeri, allora, costruirono un ingegnoso sistema di argini e canali. Così riuscirono a controllare le piene dei fiumi, a portare l’acqua in territori sempre più estesi e ad avere riserve idriche per i periodi di siccità.

OSSERVO LA CARTA

- Osserva la carta della pagina accanto e rispondi.
• In quale golfo sfociano il Tigri e l’Eufrate?
• Qual era la città più vicina al mare?
• Dove osservi delle montagne?
Lungo i fiumi.
A nord della zona attraversata dai fiumi.

- Osserva la carta di questa pagina.

- Quali città si trovano sul territorio dei Sumeri?

OSSERVO LA LINEA DEL TEMPO

Indica con X la risposta.
Le civiltà della Mesopotamia:
- furono contemporanee.
- si svilupparono una dopo l’altra.

RICORDO E SPIEGO

Usa le informazioni che già conosci e rispondi. Se non ricordi consulta le pagine precedenti.
• A che cosa servivano i canali?
• A che cosa servivano le dighe?
• E gli argini?
• Dove si raccoglieva l’acqua di riserva per i periodi di siccità?

Le attività dei Sumeri

- A quali attività si dedicavano i Sumeri?
- Quali materie prime sapevano utilizzare?
- Erano tutte disponibili nella terra di Sumer?

Abili agricoltori

Grazie alle opere di controllo delle acque, la terra fertile di Sumer divenne adatta all’agricoltura: i campi davano abbondanti raccolti di frumento e orzo (da cui i Sumeri ricavavano anche la birra).
Negli orti vicino al fiume crescevano cipolle, cetrioli, legumi; si coltivavano piante da frutto, tra cui la palma da dattero.
Alcune zone erano riservate al pascolo di buoi e onagri, animali simili agli asini. I Sumeri allevavano anche capre, pecore e maiali.

Artigiani e mercanti

In città lavoravano molti artigiani, che producevano tessuti e abiti in lana, attrezzi e carri in legno, utensili in bronzo e rame, vasi in terracotta, gioielli in oro e pietre preziose…
Dai moli lungo il fiume partivano le imbarcazioni dei mercanti per raggiungere terre lontane; là scambiavano le loro merci (prodotti agricoli e artigianali) con alcune preziose materie prime che scarseggiavano nella terra di Sumer, come il legno e i metalli.

COMPRENDO E SPIEGO

Sottolinea con i colori indicati le informazioni che trovi nella pagina su questi argomenti.
Prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento.
Materie prime utilizzate dagli artigiani.
Oggetti prodotti dagli artigiani.
Scambi con gli altri popoli.

Utilizza le informazioni sottolineate per parlare delle attività dei Sumeri, in un primo tempo guardando il libro, poi senza consultarlo.