I mari italiani

I mari italiani - Quali mari bagnano l’Italia? - Come sono le coste italiane? I mari che circondano la penisola italiana fanno tutti parte del Mar Mediterraneo. Le coste sono lunghe circa 8 000 chilometri e possono essere basse e sabbiose o alte e rocciose: cambiano aspetto da zona a zona a seconda della profondità dei mari, della forza delle maree, della forma e caratteristiche della terra. Questo contribuisce alla varietà del paesaggio costiero italiano. Il Mar Ligure è profondo, ha coste in genere alte e rocciose, spesso frastagliate, ricche di insenature adatte a realizzare dei porti. Il Mar Tirreno è il mare più vasto; è molto profondo e ricco di isole e arcipelaghi. Ha perlopiù coste basse e sabbiose. Il Mar Adriatico è poco profondo (in media 200 m). Il litorale è sabbioso e rettilineo, interrotto dalla punta del Monte Conero e dal promontorio del Gargano. Il Mar Ionio è il più profondo (circa 5 000 m), ha molte coste sabbiose, che diventano rocciose dove l’Appennino si avvicina al mare. Le parole della GEOGRAFIA Litorale è un sinonimo di costa. Il tratto di mare fra una lingua di terra e la costa si chiama laguna. Famosa è la Laguna Veneta, dove, su un insieme di isolotti, è sorta Venezia. Le isole I mari italiani sono disseminati di numerose isole. Le più grandi sono la Sicilia e la Sardegna; la Sicilia è anche l’isola più vasta del Mediterraneo. Ci sono poi isole minori, spesso raggruppate in arcipelaghi; la più grande tra le isole minori, l’Isola d’Elba, appartiene all’Arcipelago Toscano. L’isola di Lampedusa (nella foto sotto), nell’arcipelago delle Pelagie a sud della Sicilia, è il punto più meridionale d’Italia: è più vicino alle coste dell’Africa che a quelle siciliane. Per questo vi giungono spesso le barche dei profughi e dei migranti, che partono dall’Africa per fuggire dalle guerre e dalle condizioni difficili dei loro paesi. Le Isole Eolie o Lipari sono di origine vulcanica e comprendono due vulcani, uno dei quali, lo Stromboli, attivo. ANALIZZO ED ESPONGO Cerca nel testo le informazioni e completa l’elenco. • Il mare più profondo: ..................................................................................... • Il mare più vasto: ............................................................................................... • Il mare meno profondo: ............................................................................... OSSERVO LA CARTA Osserva la carta a pagina 164 e descrivi le coste italiane con l’aiuto del testo e della legenda: parti dal Mar Adriatico settentrionale e procedi in senso orario. Cerca le isole nominate nel testo e cerchiale sulla carta. Rispondi. • Qual è l’isola più meridionale? • Qual è l’isola più grande tra le isole minori? Concetti CHIAVE I mari che bagnano l’Italia fanno parte del Mar Mediterraneo. Vicino alle coste prendono nomi diversi: Mar Adriatico, Mar Ionio, Mar Tirreno, Mar Ligure. Le coste possono essere basse e sabbiose o alte e rocciose. Appartengono all’Italia due grandi isole, la Sicilia e la Sardegna, e isole minori spesso raggruppate in arcipelaghi; la più grande delle isole minori è l’Isola d’Elba nell’Arcipelago Toscano. Stromboli è un vulcano tra i più attivi del mondo; eruzioni ed esplosioni avvengono ogni giorno. Uno scorcio dell’Isola d’Elba.

I mari italiani

- Quali mari bagnano l’Italia?
- Come sono le coste italiane?

I mari che circondano la penisola italiana fanno tutti parte del Mar Mediterraneo. Le coste sono lunghe circa 8 000 chilometri e possono essere basse e sabbiose o alte e rocciose: cambiano aspetto da zona a zona a seconda della profondità dei mari, della forza delle maree, della forma e caratteristiche della terra. Questo contribuisce alla varietà del paesaggio costiero italiano.

Il Mar Ligure è profondo, ha coste in genere alte e rocciose, spesso frastagliate, ricche di insenature adatte a realizzare dei porti.

Il Mar Tirreno è il mare più vasto; è molto profondo e ricco di isole e arcipelaghi. Ha perlopiù coste basse e sabbiose.

Il Mar Adriatico è poco profondo (in media 200 m). Il litorale è sabbioso e rettilineo, interrotto dalla punta del Monte Conero e dal promontorio del Gargano.

Il Mar Ionio è il più profondo (circa 5 000 m), ha molte coste sabbiose, che diventano rocciose dove l’Appennino si avvicina al mare.


Le isole

I mari italiani sono disseminati di numerose isole. Le più grandi sono la Sicilia e la Sardegna; la Sicilia è anche l’isola più vasta del Mediterraneo. Ci sono poi isole minori, spesso raggruppate in arcipelaghi; la più grande tra le isole minori, l’Isola d’Elba, appartiene all’Arcipelago Toscano.
L’isola di Lampedusa (nella foto sotto), nell’arcipelago delle Pelagie a sud della Sicilia, è il punto più meridionale d’Italia: è più vicino alle coste dell’Africa che a quelle siciliane. Per questo vi giungono spesso le barche dei profughi e dei migranti, che partono dall’Africa per fuggire dalle guerre e dalle condizioni difficili dei loro paesi.
Le Isole Eolie o Lipari sono di origine vulcanica e comprendono due vulcani, uno dei quali, lo Stromboli, attivo.

ANALIZZO ED ESPONGO

Cerca nel testo le informazioni e completa l’elenco.
• Il mare più profondo: .....................................................................................
• Il mare più vasto: ...............................................................................................
• Il mare meno profondo: ...............................................................................

OSSERVO LA CARTA

Osserva la carta a pagina 164 e descrivi le coste italiane con l’aiuto del testo e della legenda: parti dal Mar Adriatico settentrionale e procedi in senso orario.
Cerca le isole nominate nel testo e cerchiale sulla carta.
Rispondi.
• Qual è l’isola più meridionale?
• Qual è l’isola più grande tra le isole minori?


Concetti CHIAVE

I mari che bagnano l’Italia fanno parte del Mar Mediterraneo. Vicino alle coste prendono nomi diversi: Mar Adriatico, Mar Ionio, Mar Tirreno, Mar Ligure.

Le coste possono essere basse e sabbiose o alte e rocciose.

Appartengono all’Italia due grandi isole, la Sicilia e la Sardegna, e isole minori spesso raggruppate in arcipelaghi; la più grande delle isole minori è l’Isola d’Elba nell’Arcipelago Toscano.