IL LAVORO IN ITALIA

Il lavoro in Italia- Quali lavori si svolgono in Italia e chi li svolge?- Tutti hanno un lavoro?- In quale settore lavora la maggior parte degli italiani? I lavori che le persone svolgono per produrre ciò di cui hanno bisogno tutti i cittadini si chiamano attività economiche. Prova a pensare al lavoro che svolgono le persone che conosci, come l’insegnante, l’imbianchino, la pediatra, il panettiere, il giornalaio, il contadino o la sarta: alcune persone producono oggetti, altre li vendono, altre ancora forniscono un servizio, come l’istruzione o le cure mediche. Le persone che lavorano o cercano un lavoro (quindi anche i disoccupati) fanno parte della popolazione attiva. Bambini, pensionati e casalinghe compongono la popolazione non attiva. Il lavoro è fondamentale per la vita delle persone, perché consente di partecipare attivamente alla vita sociale e produttiva di un paese.Le attività economiche si suddividono in tre settori:• lavora nel settore primario chi si dedica, per esempio, all’agricoltura o all’allevamento. I prodotti di queste attività si chiamano materie prime;• il settore secondario comprende le attività che trasformano le materie prime in prodotti finiti, come le attività industriali e artigianali;• il settore terziario comprende tutte le attività che non producono oggetti ma forniscono servizi utili alla popolazione, come il commercio, il turismo, i trasporti, le scuole, gli ospedali... OSSERVO IL GRAFICO L’areogramma mostra la percentuale degli italiani occupati nei tre settori economici.• Quale settore occupa il maggior numero di lavoratori?☐ Primario.☐ Secondario.☐ Terziario.• Questo significa che la maggior parte degli italiani:☐ è impiegata nell’industria o svolge lavori artigianali.☐ coltiva la terra o alleva animali.☐ fornisce servizi utili alla popolazione. Rispondi a voce alle domande iniziali. Confronta le tue risposte con quelle dei compagni.

Il lavoro in Italia

- Quali lavori si svolgono in Italia e chi li svolge?
- Tutti hanno un lavoro?
- In quale settore lavora la maggior parte degli italiani?
I lavori che le persone svolgono per produrre ciò di cui hanno bisogno tutti i cittadini si chiamano attività economiche. Prova a pensare al lavoro che svolgono le persone che conosci, come l’insegnante, l’imbianchino, la pediatra, il panettiere, il giornalaio, il contadino o la sarta: alcune persone producono oggetti, altre li vendono, altre ancora forniscono un servizio, come l’istruzione o le cure mediche. Le persone che lavorano o cercano un lavoro (quindi anche i disoccupati) fanno parte della popolazione attiva. Bambini, pensionati e casalinghe compongono la popolazione non attiva. Il lavoro è fondamentale per la vita delle persone, perché consente di partecipare attivamente alla vita sociale e produttiva di un paese.


Le attività economiche si suddividono in tre settori:
• lavora nel settore primario chi si dedica, per esempio, all’agricoltura o all’allevamento. I prodotti di queste attività si chiamano materie prime;
• il settore secondario comprende le attività che trasformano le materie prime in prodotti finiti, come le attività industriali e artigianali;
• il settore terziario comprende tutte le attività che non producono oggetti ma forniscono servizi utili alla popolazione, come il commercio, il turismo, i trasporti, le scuole, gli ospedali...

OSSERVO IL GRAFICO

L’areogramma mostra la percentuale degli italiani occupati nei tre settori economici.
• Quale settore occupa il maggior numero di lavoratori?
☐ Primario.
☐ Secondario.
☐ Terziario.

• Questo significa che la maggior parte degli italiani:
☐ è impiegata nell’industria o svolge lavori artigianali.
☐ coltiva la terra o alleva animali.
☐ fornisce servizi utili alla popolazione.


Rispondi a voce alle domande iniziali. Confronta le tue risposte con quelle dei compagni.