FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

I BABILONESI - Quando e perché finì la civiltà sumera? - Chi erano i Babilonesi? Che cosa sappiamo della loro civiltà? - Furono importanti? Perché? Attorno al 2000 a.C. un popolo nomade che abitava nelle terre vicine alla Mesopotamia riuscì a sconfiggere le città sumere e a dominare su un ampio territorio. Sotto la guida del re Hammurabi, gli invasori unificarono tutte le città in un unico impero con capitale Babilonia: per questo i nuovi abitanti della Mesopotamia presero il nome di Babilonesi. Nei secoli successivi l’impero subì continue invasioni dai popoli che vivevano sulle montagne vicine e fu conquistato dagli Ittiti (che conoscerai tra poco) attorno al 1600 a.C. Circa mille anni dopo, i Babilonesi riuscirono a creare un secondo Impero babilonese, molto più vasto del primo. L’impero di Hammurabi L’impero babilonese riuniva popoli diversi e città che prima erano indipendenti: nella nuova organizzazione, invece, tutto il territorio era governato da un unico sovrano. Hammurabi cercò quindi di rafforzare l’unità dell’impero: • favorì la diffusione della scrittura cuneiforme; • impose di adorare Marduk, dio di Babilonia; • stabilì per la prima volta nella storia delle leggi scritte che dovevano essere rispettate in tutto il territorio. OSSERVO LA CARTA Osserva l’estensione dell’Impero babilonese ai tempi di Hammurabi. Indica con X la scelta corretta. - La parte di territorio occupata dai Babilonesi era: più vasta rispetto a quella occupata dai Sumeri. più ridotta rispetto a quella occupata dai Sumeri. Se non ricordi torna a pagina 14 e confronta le due carte. Le parole della STORIA L’impero è un grande regno che comprende territori e popoli diversi, con a capo un unico sovrano. L’astronomia e la misura del tempo I Babilonesi assorbirono molte conoscenze dei Sumeri e le svilupparono; in particolare, osservando il cielo, impararono a distinguere le stelle dai pianeti, diedero i nomi alle costellazioni, studiarono le eclissi e le fasi lunari. Basandosi sui movimenti degli astri perfezionarono il calendario sumero; anch’essi suddivisero l’anno in 12 mesi e fissarono i 7 giorni della settimana, dedicati al sole, alla luna o ai pianeti da cui ancora oggi prendono il nome. Dobbiamo ai Babilonesi l’invenzione della clessidra per misurare il tempo. Essi furono anche i primi a suddividere il giorno in 24 ore. Babilonia La città di Babilonia era famosa in tutto il mondo antico per la sua bellezza e soprattutto per gli splendidi giardini pensili che ornavano le terrazze del palazzo reale. Al centro si innalzava l’enorme ziggurat con il tempio del dio Marduk. La città era protetta da grandi mura con otto porte. La più bella, dedicata alla dea Ishtar, era rivestita di mattoni smaltati blu con figure di animali in rilievo. Concetti CHIAVE Attorno al 2000 a.C. le terre sumere furono conquistate da un popolo nomade. Il loro capo, il re Hammurabi, unì le città-stato sumere in un impero con capitale Babilonia: nacque così la civiltà dei Babilonesi. I Babilonesi conoscevano la scrittura cuneiforme, adoravano il dio Marduk e furono il primo popolo ad avere leggi scritte. Essi svilupparono notevoli conoscenze di astronomia. Particolare della maestosa porta di Babilonia dedicata alla dea Ishtar.

I BABILONESI

- Quando e perché finì la civiltà sumera?
- Chi erano i Babilonesi? Che cosa sappiamo della loro civiltà?
- Furono importanti? Perché?
Attorno al 2000 a.C. un popolo nomade che abitava nelle terre vicine alla Mesopotamia riuscì a sconfiggere le città sumere e a dominare su un ampio territorio.
Sotto la guida del re Hammurabi, gli invasori unificarono tutte le città in un unico impero con capitale Babilonia: per questo i nuovi abitanti della Mesopotamia presero il nome di Babilonesi.
Nei secoli successivi l’impero subì continue invasioni dai popoli che vivevano sulle montagne vicine e fu conquistato dagli Ittiti (che conoscerai tra poco) attorno al 1600 a.C.
Circa mille anni dopo, i Babilonesi riuscirono a creare un secondo Impero babilonese, molto più vasto del primo.

L’impero di Hammurabi

L’impero babilonese riuniva popoli diversi e città che prima erano indipendenti: nella nuova organizzazione, invece, tutto il territorio era governato da un unico sovrano.
Hammurabi cercò quindi di rafforzare l’unità dell’impero:
• favorì la diffusione della scrittura cuneiforme;
• impose di adorare Marduk, dio di Babilonia;
• stabilì per la prima volta nella storia delle leggi scritte che dovevano essere rispettate in tutto il territorio.

OSSERVO LA CARTA

Osserva l’estensione dell’Impero babilonese ai tempi di Hammurabi. Indica con X la scelta corretta.
- La parte di territorio occupata dai Babilonesi era:
più vasta rispetto a quella occupata dai Sumeri.
più ridotta rispetto a quella occupata dai Sumeri.

Se non ricordi torna a pagina 14 e confronta le due carte.

L’astronomia e la misura del tempo

I Babilonesi assorbirono molte conoscenze dei Sumeri e le svilupparono; in particolare, osservando il cielo, impararono a distinguere le stelle dai pianeti, diedero i nomi alle costellazioni, studiarono le eclissi e le fasi lunari.
Basandosi sui movimenti degli astri perfezionarono il calendario sumero; anch’essi suddivisero l’anno in 12 mesi e fissarono i 7 giorni della settimana, dedicati al sole, alla luna o ai pianeti da cui ancora oggi prendono il nome.
Dobbiamo ai Babilonesi l’invenzione della clessidra per misurare il tempo. Essi furono anche i primi a suddividere il giorno in 24 ore.

Babilonia

La città di Babilonia era famosa in tutto il mondo antico per la sua bellezza e soprattutto per gli splendidi giardini pensili che ornavano le terrazze del palazzo reale. Al centro si innalzava l’enorme ziggurat con il tempio del dio Marduk.
La città era protetta da grandi mura con otto porte. La più bella, dedicata alla dea Ishtar, era rivestita di mattoni smaltati blu con figure di animali in rilievo.

Concetti CHIAVE

Attorno al 2000 a.C. le terre sumere furono conquistate da un popolo nomade.

Il loro capo, il re Hammurabi, unì le città-stato sumere in un impero con capitale Babilonia: nacque così la civiltà dei Babilonesi.

I Babilonesi conoscevano la scrittura cuneiforme, adoravano il dio Marduk e furono il primo popolo ad avere leggi scritte.

Essi svilupparono notevoli conoscenze di astronomia.