FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

Angoli Osserva i disegni. Nel primo, una delle due asticciole ha ruotato di un quarto di giro. Negli orologi la lancetta ha ruotato di un quarto di giro, di mezzo giro e di un giro. La parte di piano delimitata da due semirette (lati) che hanno l’origine in comune (vertice), si chiama angolo. Lo spazio racchiuso tra i due lati è l’ampiezza dell’angolo. Osserva le rotazioni delle asticelle. L’asticciola rossa ha ruotato meno di un quarto di giro. L’angolo formato si chiama acuto. L’asticciola rossa ha ruotato di un quarto di giro. L’angolo formato si chiama retto. L’asticciola rossa ha ruotato più di un quarto di giro. L’angolo formato si chiama ottuso. L’asticciola rossa ha ruotato di mezzo giro. L’angolo formato si chiama piatto. L’asticciola rossa ha ruotato di un giro. L’angolo formato si chiama giro. ESERCIZI 1 Osserva le lancette dell’orologio e scrivi l’ora richiesta. • Formano un angolo ottuso le lancette che segnano le ore ...................................... • Formano un angolo retto le lancette che segnano le ore ...................................... • Formano un angolo piatto le lancette che segnano le ore ...................................... • Formano un angolo giro le lancette che segnano le ore ...................................... • Formano un angolo acuto le lancette che segnano le ore ...................................... La misura degli angoli Per misurare l’ampiezza degli angoli usiamo il goniometro suddiviso in 360 gradi (360°) o in 180°. Furono gli antichi Babilonesi a suddividere l’angolo giro in 360 parti uguali che chiamarono gradi. L’angolo retto misura 90°, l’angolo piatto 180° e l’angolo giro 360°. Per misurare un angolo devi far coincidere il centro del goniometro con il vertice dell’angolo. Il primo segmento della scala, cioè 0°, deve passare per un lato (se è troppo corto, prolungalo). Nella figura puoi osservare un angolo di 45°. ESERCIZI 1 Osserva l’esempio e scrivi quanto misurano gli angoli indicati. 2 Disegna sul quaderno degli angoli che abbiano le seguenti ampiezze: 80° 105° 75° 90° 100° 110° 120° 60° 90° 180° 55° 95° MATEMATICA e REALTÀ 1 Scrivi nella tabella quanti e quali angoli vedi nei seguenti segnali stradali.

Angoli

Osserva i disegni. Nel primo, una delle due asticciole ha ruotato di un quarto di giro.
Negli orologi la lancetta ha ruotato di un quarto di giro, di mezzo giro e di un giro.

La parte di piano delimitata da due semirette (lati) che hanno l’origine in comune (vertice), si chiama angolo. Lo spazio racchiuso tra i due lati è l’ampiezza dell’angolo.

Osserva le rotazioni delle asticelle.
L’asticciola rossa ha ruotato meno di un quarto di giro.
L’angolo formato si chiama acuto.

L’asticciola rossa ha ruotato di un quarto di giro.
L’angolo formato si chiama retto.

L’asticciola rossa ha ruotato più di un quarto di giro.
L’angolo formato si chiama ottuso.

L’asticciola rossa ha ruotato di mezzo giro.
L’angolo formato si chiama piatto.

L’asticciola rossa ha ruotato di un giro.
L’angolo formato si chiama giro.

ESERCIZI

1 Osserva le lancette dell’orologio e scrivi l’ora richiesta.
• Formano un angolo ottuso le lancette che segnano le ore ......................................
• Formano un angolo retto le lancette che segnano le ore ......................................
• Formano un angolo piatto le lancette che segnano le ore ......................................
• Formano un angolo giro le lancette che segnano le ore ......................................
• Formano un angolo acuto le lancette che segnano le ore ......................................

La misura degli angoli

Per misurare l’ampiezza degli angoli usiamo il goniometro suddiviso in 360 gradi (360°) o in 180°. Furono gli antichi Babilonesi a suddividere l’angolo giro in 360 parti uguali che chiamarono gradi. L’angolo retto misura 90°, l’angolo piatto 180° e l’angolo giro 360°.
Per misurare un angolo devi far coincidere il centro del goniometro con il vertice dell’angolo. Il primo segmento della scala, cioè 0°, deve passare per un lato (se è troppo corto, prolungalo).
Nella figura puoi osservare un angolo di 45°.

ESERCIZI

1 Osserva l’esempio e scrivi quanto misurano gli angoli indicati.

2 Disegna sul quaderno degli angoli che abbiano le seguenti ampiezze:
80° 105° 75° 90° 100° 110° 120° 60° 90° 180° 55° 95°


MATEMATICA e REALTÀ

1 Scrivi nella tabella quanti e quali angoli vedi nei seguenti segnali stradali.