I funghi

I funghi - I funghi sono piante? - Come sono fatti? I funghi hanno molte caratteristiche simili a quelle delle piante, ma non possiedono la clorofilla (infatti non sono verdi) e quindi non compiono la fotosintesi. Si nutrono di altri esseri viventi e costituiscono un gruppo distinto rispetto a quello degli animali e dei vegetali. Il gruppo comprende organismi diversi. • I funghi a cappello sono quelli che osserviamo comunemente nei boschi. Alcuni sono commestibili per l’uomo, cioè si possono mangiare. Altri non sono commestibili e molti sono per l’uomo addirittura velenosi e mortali. Osserva nel disegno in alto la loro struttura. • Le muffe sono funghi microscopici che vivono riuniti in colonie; si sviluppano in ambienti caldi; puoi osservarli per esempio sui cibi (come la marmellata, il pane…) o sui muri umidi degli edifici. • I lieviti, anch’essi microscopici, vengono utilizzati dall’uomo per produrre vino, birra, formaggi e per far lievitare la pasta del pane. COMPRENDO E SPIEGO Sottolinea nel testo, nei colori corrispondenti, le risposte a queste domande. Che cosa distingue i funghi dalle piante? Che cosa sono le spore? Dove si trovano? Come vengono utilizzati i funghi dall’uomo? Concetti CHIAVE - I funghi non hanno la clorofilla e non svolgono la fotosintesi: non appartengono al gruppo delle piante, ma costituiscono un gruppo distinto. - I funghi possono essere formati da più parti distinte, come i funghi a cappello, o essere microscopici, come le muffe e i lieviti. Da alcune muffe si ricavano sostanze in grado di curare malattie anche molto gravi. Lieviti osservati al microscopio. Cappello: può avere diverse forme a seconda della specie. Lamelle: contengono le spore, cioè le cellule necessarie alla riproduzione. Micelio: è il fungo vero e proprio, si sviluppa sottoterra ed è un insieme di filamenti sotterranei, simili a radici. Gambo: sorregge il cappello.

I funghi

- I funghi sono piante?
- Come sono fatti?
I funghi hanno molte caratteristiche simili a quelle delle piante, ma non possiedono la clorofilla (infatti non sono verdi) e quindi non compiono la fotosintesi. Si nutrono di altri esseri viventi e costituiscono un gruppo distinto rispetto a quello degli animali e dei vegetali.

Il gruppo comprende organismi diversi.
• I funghi a cappello sono quelli che osserviamo comunemente nei boschi. Alcuni sono commestibili per l’uomo, cioè si possono mangiare. Altri non sono commestibili e molti sono per l’uomo addirittura velenosi e mortali.
Osserva nel disegno in alto la loro struttura.

• Le muffe sono funghi microscopici che vivono riuniti in colonie; si sviluppano in ambienti caldi; puoi osservarli per esempio sui cibi (come la marmellata, il pane…) o sui muri umidi degli edifici.

• I lieviti, anch’essi microscopici, vengono utilizzati dall’uomo per produrre vino, birra, formaggi e per far lievitare la pasta del pane.

COMPRENDO E SPIEGO

Sottolinea nel testo, nei colori corrispondenti, le risposte a queste domande.
Che cosa distingue i funghi dalle piante?
Che cosa sono le spore?
Dove si trovano?
Come vengono utilizzati i funghi dall’uomo?


Concetti CHIAVE

- I funghi non hanno la clorofilla e non svolgono la fotosintesi: non appartengono al gruppo delle piante, ma costituiscono un gruppo distinto.

- I funghi possono essere formati da più parti distinte, come i funghi a cappello, o essere microscopici, come le muffe e i lieviti.

Cappello: può avere diverse forme a seconda della specie.

Lamelle: contengono le spore, cioè le cellule necessarie alla riproduzione.

Micelio: è il fungo vero e proprio, si sviluppa sottoterra ed è un insieme di filamenti sotterranei, simili a radici.

Gambo: sorregge il cappello.