FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

Concetti CHIAVE Le piante e i funghi LE PARTI DELLA PIANTA • Le maggior parte delle piante è formata da radici, fusto e foglie. • Le radici assorbono dal terreno acqua e sali minerali; il fusto sostiene la pianta e permette il passaggio delle sostanze nutritive; la foglia produce il nutrimento della pianta e, attraverso gli stomi, assorbe e rilascia anidride carbonica, ossigeno e vapore acqueo. • In base al fusto le piante possono essere: alberi (fusto legnoso e spesso), arbusti (fusto legnoso e sottile), piante erbacee (fusto sottile e flessibile). • Esistono radici di vario tipo: a fittone (carote), fascicolate (cereali), avventizie (edera). FOTOSINTESI, RESPIRAZIONE, TRASPIRAZIONE • Le piante sono gli unici viventi autotrofi, cioè capaci di produrre da soli il proprio nutrimento. • La fotosintesi clorofilliana è il processo con cui le piante producono il proprio nutrimento; avviene nelle foglie, grazie alla clorofilla, che cattura l’energia solare. Le sostanze elaborate nella fotosintesi sono l’anidride carbonica, l’acqua e i sali minerali; i prodotti sono gli zuccheri e l’ossigeno. • Le piante respirano (assorbono ossigeno e rilasciano anidride carbonica) e traspirano (emettono vapore acqueo). PIANTE SEMPLICI E COMPLESSE • Le piante si classificano in semplici (alghe, muschi e felci) e complesse (angiosperme, con fiori e frutti, e gimnosperme, senza frutti). • Le piante semplici si riproducono per mezzo delle spore, le piante complesse per mezzo dei semi. • I semi si sviluppano nei fiori dopo la fecondazione, cioè dopo l’incontro tra il polline (cellula maschile) e l’ovulo (cellula femminile). I FUNGHI • I funghi non hanno la clorofilla e non svolgono la fotosintesi, quindi non appartengono al regno delle piante ma costituiscono un regno distinto. • I funghi possono essere formati da più parti distinte, come i funghi a cappello, o essere microscopici, come le muffe e i lieviti.

Concetti CHIAVE

Le piante e i funghi

LE PARTI DELLA PIANTA
• Le maggior parte delle piante è formata da radici, fusto e foglie.
• Le radici assorbono dal terreno acqua e sali minerali; il fusto sostiene la pianta e permette il passaggio delle sostanze nutritive; la foglia produce il nutrimento della pianta e, attraverso gli stomi, assorbe e rilascia anidride carbonica, ossigeno e vapore acqueo.
• In base al fusto le piante possono essere: alberi (fusto legnoso e spesso), arbusti (fusto legnoso e sottile), piante erbacee (fusto sottile e flessibile).
• Esistono radici di vario tipo: a fittone (carote), fascicolate (cereali), avventizie (edera).

FOTOSINTESI, RESPIRAZIONE, TRASPIRAZIONE
• Le piante sono gli unici viventi autotrofi, cioè capaci di produrre da soli il proprio nutrimento.
• La fotosintesi clorofilliana è il processo con cui le piante producono il proprio nutrimento; avviene nelle foglie, grazie alla clorofilla, che cattura l’energia solare. Le sostanze elaborate nella fotosintesi sono l’anidride carbonica, l’acqua e i sali minerali; i prodotti sono gli zuccheri e l’ossigeno.
• Le piante respirano (assorbono ossigeno e rilasciano anidride carbonica) e traspirano (emettono vapore acqueo).

PIANTE SEMPLICI E COMPLESSE
• Le piante si classificano in semplici (alghe, muschi e felci) e complesse (angiosperme, con fiori e frutti, e gimnosperme, senza frutti).
• Le piante semplici si riproducono per mezzo delle spore, le piante complesse per mezzo dei semi.
• I semi si sviluppano nei fiori dopo la fecondazione, cioè dopo l’incontro tra il polline (cellula maschile) e l’ovulo (cellula femminile).

I FUNGHI
• I funghi non hanno la clorofilla e non svolgono la fotosintesi, quindi non appartengono al regno delle piante ma costituiscono un regno distinto.
• I funghi possono essere formati da più parti distinte, come i funghi a cappello, o essere microscopici, come le muffe e i lieviti.