Gli animali

Gli animali - Gli animali si nutrono come le piante? - Come si classificano? - Come si riproducono? Diversamente dalle piante, tutti gli animali sono eterotrofi, cioè si nutrono di altri esseri viventi, animali o vegetali. Gli animali sono il gruppo di viventi più numeroso: vivono sul suolo, nell’acqua e nell’aria; hanno dimensioni diverse; per muoversi camminano, strisciano, nuotano, volano. Tutti gli animali, semplici come una spugna o complessi come l’uomo, piccoli come una pulce o enormi come un elefante, svolgono le stesse funzioni vitali: nascono, respirano, si nutrono, si riproducono e muoiono. Gli animali sono classificati in due grandi gruppi: gli invertebrati, senza scheletro interno, e i vertebrati, dotati di colonna vertebrale e scheletro interno. INVERTEBRATI PORIFERI - ECHINODERMI - ANELLIDI - MOLLUSCHI - CELENTERATI ARTROPODI insetti - crostacei - aracnidi - miriapodi VERTEBRATI MAMMIFERI - PESCI - RETTILI - ANFIBI - UCCELLI Le parole delle SCIENZE Eterotrofo è un organismo che non è in grado di produrre da solo il nutrimento di cui ha bisogno, perciò si nutre di altri esseri viventi (dal greco héteros, «altro, differente»). Famiglia di leoni. La riproduzione degli animali Nel mondo degli animali, nella maggior parte dei casi, i protagonisti della riproduzione sono due: un maschio e una femmina della stessa specie. La riproduzione comincia quando uno spermatozoo (cellula maschile) si incontra con un ovulo (cellula femminile): l’unione di queste due cellule costituisce la fecondazione. Negli animali chiamati ovipari il nuovo individuo si sviluppa all’interno di un uovo che viene deposto al di fuori del corpo materno. Alcuni ovipari (per esempio gli uccelli) hanno uova dal guscio solido, che contengono al loro interno il nutrimento utile allo sviluppo dell’embrione. Le femmine di altri ovipari, come pesci, anfibi e insetti, rilasciano le uova nell’acqua, dove vengono fecondate dagli spermatozoi prodotti dai maschi. Sono uova senza guscio, raccolte in grappoli gelatinosi. La vipera, lo squalo e pochi altri animali sono ovovivipari e trattengono al loro interno le uova fino al momento della schiusa: i piccoli vengono espulsi dalla madre già sviluppati, avvolti in una membrana trasparente. Negli animali vivipari l’individuo si sviluppa all’interno del corpo materno e nasce già formato. Gli unici animali vivipari sono i mammiferi. Le parole delle SCIENZE Negli animali e nei vegetali l’embrione è l’organismo pluricellulare che si sviluppa dopo la fecondazione. COMPRENDO E SPIEGO Rispondi a voce. • Come si chiama la fase iniziale della riproduzione? • Dove si sviluppa il nuovo individuo negli ovipari? • Come possono essere le uova degli ovipari? • Dove si sviluppa il nuovo individuo nei vivipari? Concetti CHIAVE - A differenza delle piante, gli animali sono eterotrofi, cioè si nutrono di altri esseri viventi (animali o vegetali). - Gli animali sono classificati in due grandi gruppi: gli invertebrati, che non hanno uno scheletro interno, e i vertebrati, che hanno uno scheletro interno. - Molti animali sono ovipari, cioè si riproducono per mezzo delle uova; solo i mammiferi partoriscono piccoli già formati e si chiamano vivipari.

Gli animali

- Gli animali si nutrono come le piante?
- Come si classificano?
- Come si riproducono?
Diversamente dalle piante, tutti gli animali sono eterotrofi, cioè si nutrono di altri esseri viventi, animali o vegetali.
Gli animali sono il gruppo di viventi più numeroso: vivono sul suolo, nell’acqua e nell’aria; hanno dimensioni diverse; per muoversi camminano, strisciano, nuotano, volano.
Tutti gli animali, semplici come una spugna o complessi come l’uomo, piccoli come una pulce o enormi come un elefante, svolgono le stesse funzioni vitali: nascono, respirano, si nutrono, si riproducono e muoiono.
Gli animali sono classificati in due grandi gruppi: gli invertebrati, senza scheletro interno, e i vertebrati, dotati di colonna vertebrale e scheletro interno.


INVERTEBRATI
PORIFERI - ECHINODERMI - ANELLIDI - MOLLUSCHI - CELENTERATI

ARTROPODI
insetti - crostacei - aracnidi - miriapodi

VERTEBRATI
MAMMIFERI - PESCI - RETTILI - ANFIBI - UCCELLI

La riproduzione degli animali

Nel mondo degli animali, nella maggior parte dei casi, i protagonisti della riproduzione sono due: un maschio e una femmina della stessa specie.
La riproduzione comincia quando uno spermatozoo (cellula maschile) si incontra con un ovulo (cellula femminile): l’unione di queste due cellule costituisce la fecondazione.
Negli animali chiamati ovipari il nuovo individuo si sviluppa all’interno di un uovo che viene deposto al di fuori del corpo materno. Alcuni ovipari (per esempio gli uccelli) hanno uova dal guscio solido, che contengono al loro interno il nutrimento utile allo sviluppo dell’embrione.
Le femmine di altri ovipari, come pesci, anfibi e insetti, rilasciano le uova nell’acqua, dove vengono fecondate dagli spermatozoi prodotti dai maschi. Sono uova senza guscio, raccolte in grappoli gelatinosi.
La vipera, lo squalo e pochi altri animali sono ovovivipari e trattengono al loro interno le uova fino al momento della schiusa: i piccoli vengono espulsi dalla madre già sviluppati, avvolti in una membrana trasparente.
Negli animali vivipari l’individuo si sviluppa all’interno del corpo materno e nasce già formato. Gli unici animali vivipari sono i mammiferi.