La civiltà cinese

La civiltà cinese - Dove e quando si sviluppò l’antica civiltà cinese? - Aveva caratteristiche simili a quelle del vicino Oriente? - Quali attività praticavano i Cinesi? Mentre si sviluppavano le civiltà della Mesopotamia e dell’Egitto, anche nel lontano Oriente sorsero importanti civiltà agricole.Osserva la carta: il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro hanno origine nella zona montuosa dell’Himalaya. Scendendo a valle questi fiumi trasportano grandi quantità di acqua e fango che rendono fertili le pianure attraversate.La civiltà cinese nacque nella valle del Fiume Giallo: lì, verso il 3000 a.C., sorsero villaggi di agricoltori che, con il tempo, formarono un unico regno, comprendendo anche i territori lungo il Fiume Azzurro.Più tardi il regno divenne un impero che durò fin quasi ai nostri giorni. Tra il Fiume Giallo e il Fiume AzzurroIl Fiume Giallo è chiamato così perché le sue acque trasportano una sabbia giallastra, il loess, che durante le inondazioni si deposita sul terreno rendendolo fertile.Le inondazioni però, come hai imparato, erano fonte di pericoli.Per questo, anche i Cinesi costruirono argini, dighe e canali per controllare le acque durante le piene.Le attivitàIn queste pianure dal clima asciutto si coltivavano il miglio e altri cereali come il sorgo, capaci di crescere senza molta acqua. Più a sud, nelle calde e umide pianure attraversate dal Fiume Azzurro, si diffuse la coltivazione del riso, che invece richiedeva molta acqua. I Cinesi furono i primi nel mondo a coltivare il riso.I Cinesi erano anche pescatori e allevavano buoi, maiali e cavalli.Gli artigiani sapevano lavorare molto bene il bronzo; erano inoltre esperti nella lavorazione della ceramica, della canapa (una pianta tessile) e del bambù, utilizzato per piccole imbarcazioni, ceste, mobili, stuoie. Molto rinomati erano i preziosi oggetti che realizzavano con la giada, una pietra dura di colore verde. I prodotti degli artigiani erano venduti dai commercianti, che trasportavano le merci lungo i fiumi e via terra. RICORDO E SPIEGO Confronta le informazioni di queste pagine con ciò che sai sui popoli della Mesopotamia e sugli Egizi.Rispondi a voce.• Quale altro fiume era soggetto a inondazioni periodiche che lasciavano sul terreno una sostanza fertilizzante?• In quali altre civiltà i villaggi, a un certo punto, si riunirono per dare vita a un regno unitario?• In quale altro luogo nacque un impero?• Le attività dei Cinesi erano simili a quelle svolte dalle popolazioni di Mesopotamia ed Egitto? Coltivavano gli stessi cereali? Usavano le stesse materie prime? Elenca somiglianze e differenze. Concetti CHIAVE La civiltà cinese nacque nel 3000 a.C. nel lontano Oriente, lungo il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro.Come i popoli della Mesopotamia e dell’Egitto, i Cinesi impararono a controllare le acque dei fiumi e si dedicarono all’agricoltura, alla pesca, all’allevamento, all’artigianato e al commercio.Coltivazioni di riso nell’attuale Cina.Una delicata e complessa scultura in giada che raffigura un drago.

La civiltà cinese

- Dove e quando si sviluppò l’antica civiltà cinese?
- Aveva caratteristiche simili a quelle del vicino Oriente?
- Quali attività praticavano i Cinesi?
Mentre si sviluppavano le civiltà della Mesopotamia e dell’Egitto, anche nel lontano Oriente sorsero importanti civiltà agricole.
Osserva la carta: il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro hanno origine nella zona montuosa dell’Himalaya. Scendendo a valle questi fiumi trasportano grandi quantità di acqua e fango che rendono fertili le pianure attraversate.
La civiltà cinese nacque nella valle del Fiume Giallo: lì, verso il 3000 a.C., sorsero villaggi di agricoltori che, con il tempo, formarono un unico regno, comprendendo anche i territori lungo il Fiume Azzurro.
Più tardi il regno divenne un impero che durò fin quasi ai nostri giorni.

Tra il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro

Il Fiume Giallo è chiamato così perché le sue acque trasportano una sabbia giallastra, il loess, che durante le inondazioni si deposita sul terreno rendendolo fertile.
Le inondazioni però, come hai imparato, erano fonte di pericoli.
Per questo, anche i Cinesi costruirono argini, dighe e canali per controllare le acque durante le piene.

Le attività

In queste pianure dal clima asciutto si coltivavano il miglio e altri cereali come il sorgo, capaci di crescere senza molta acqua. Più a sud, nelle calde e umide pianure attraversate dal Fiume Azzurro, si diffuse la coltivazione del riso, che invece richiedeva molta acqua. I Cinesi furono i primi nel mondo a coltivare il riso.
I Cinesi erano anche pescatori e allevavano buoi, maiali e cavalli.
Gli artigiani sapevano lavorare molto bene il bronzo; erano inoltre esperti nella lavorazione della ceramica, della canapa (una pianta tessile) e del bambù, utilizzato per piccole imbarcazioni, ceste, mobili, stuoie. Molto rinomati erano i preziosi oggetti che realizzavano con la giada, una pietra dura di colore verde. I prodotti degli artigiani erano venduti dai commercianti, che trasportavano le merci lungo i fiumi e via terra.

RICORDO E SPIEGO

Confronta le informazioni di queste pagine con ciò che sai sui popoli della Mesopotamia e sugli Egizi.
Rispondi a voce.
• Quale altro fiume era soggetto a inondazioni periodiche che lasciavano sul terreno una sostanza fertilizzante?
• In quali altre civiltà i villaggi, a un certo punto, si riunirono per dare vita a un regno unitario?
• In quale altro luogo nacque un impero?
• Le attività dei Cinesi erano simili a quelle svolte dalle popolazioni di Mesopotamia ed Egitto? Coltivavano gli stessi cereali? Usavano le stesse materie prime? Elenca somiglianze e differenze.


Concetti CHIAVE

La civiltà cinese nacque nel 3000 a.C. nel lontano Oriente, lungo il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro.

Come i popoli della Mesopotamia e dell’Egitto, i Cinesi impararono a controllare le acque dei fiumi e si dedicarono all’agricoltura, alla pesca, all’allevamento, all’artigianato e al commercio.