FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

La ricostruzione dei fatti Abbiamo detto che la Storia è il racconto delle vicende degli uomini. Come sai, in un racconto è importante il tempo in cui si svolgono i fatti. Ecco perché lo storico deve rispondere alle seguenti domande: quando è avvenuto un certo fatto? Che cosa è avvenuto prima e che cosa dopo? Quali fatti sono avvenuti contemporaneamente?In altre parole, lo storico ricostruisce la cronologia dei fatti. Possiamo rappresentare l’ordine cronologico sulla linea del tempo. Alcuni fatti o eventi storici possono essere rappresentati come un punto ben preciso; altri hanno una durata più o meno lunga che viene raffigurata come un intervallo tra due punti.Per ognuno dei popoli che studierai quest’anno, imparerai a leggere sulla linea del tempo i principali fatti storici.Ogni popolo numera gli anni a partire da un evento molto importante della sua storia. Molti popoli, compreso quello italiano, considerano come primo anno quello che inizia con la nascita di Gesù Cristo.Di conseguenza ciò che è avvenuto prima viene indicato con la sigla a.C. (avanti Cristo) e ciò che è avvenuto dopo con la sigla d.C. (dopo Cristo). Le parole della STORIA Il termine cronologia deriva da due parole greche: cronos = «tempo» e logos = «discorso, studio, ragionamento». La cronologia indica la successione dei fatti nel tempo. OSSERVO LA LINEA DEL TEMPO Osserva la linea del tempo qui sopra, poi rispondi e completa.• Quanti anni sono rappresentati? • Un periodo di mille anni si chiama ...• Un periodo di cento anni si chiama ...• Gli anni rappresentati nella fascia arancione sono gli anni prima ...• Gli anni rappresentati nella fascia verde sono gli anni dopo ... Concetti CHIAVE Lo storico ricostruisce i fatti mettendoli in ordine cronologico. Per rappresentare l’ordine cronologico è utile la linea del tempo.Molti popoli numerano gli anni a partire dalla nascita di Cristo.



La ricostruzione dei fatti



Abbiamo detto che la Storia è il racconto delle vicende degli uomini. Come sai, in un racconto è importante il tempo in cui si svolgono i fatti. Ecco perché lo storico deve rispondere alle seguenti domande: quando è avvenuto un certo fatto? Che cosa è avvenuto prima e che cosa dopo? Quali fatti sono avvenuti contemporaneamente?
In altre parole, lo storico ricostruisce la cronologia dei fatti. 
Possiamo rappresentare l’ordine cronologico sulla linea del tempo. Alcuni fatti o eventi storici possono essere rappresentati come un punto ben preciso; altri hanno una durata più o meno lunga che viene raffigurata come un intervallo tra due punti.
Per ognuno dei popoli che studierai quest’anno, imparerai a leggere sulla linea del tempo i principali fatti storici.


Ogni popolo numera gli anni a partire da un evento molto importante della sua storia. Molti popoli, compreso quello italiano, considerano come primo anno quello che inizia con la nascita di Gesù Cristo.
Di conseguenza ciò che è avvenuto prima viene indicato con la sigla a.C. (avanti Cristo) e ciò che è avvenuto dopo con la sigla d.C. (dopo Cristo).