La civiltà micenea

La civiltà micenea - Dove e quando si sviluppò la civiltà micenea? - Contro chi combatterono i Micenei? - Com’erano le città? Mentre fioriva la civiltà cretese, nel Peloponneso si stabilì un popolo guerriero, gli Achei, proveniente dal Nord. Essi fondarono diverse città, come Corinto, Tirinto, Sparta, Pilo e Micene, la più importante: dal suo nome la civiltà degli Achei fu chiamata micenea ed essi furono indicati con il nome di Micenei. I Micenei conquistarono a poco a poco tutte le terre del Mar Egeo e infine anche Creta. Nei loro commerci marittimi raggiunsero le coste dell’Asia Minore, dove condussero lunghe guerre. La più famosa fu quella contro Troia, che durò dieci anni. I Micenei assorbirono le conoscenze e le abitudini dei Cretesi e le diffusero nei territori conquistati. Intorno al 1100 a.C. furono sottomessi dal popolo dei Dori, nomadi provenienti da nord, che nel 1200 a.C. invasero la Grecia. Nelle città-fortezza Le città dei Micenei erano vere e proprie città-fortezza, costruite su alture e protette da possenti mura. All’interno si trovavano i granai, le tombe reali, le case dei nobili, i magazzini, una cisterna sotterranea che riforniva d’acqua la città e, in cima alla collina, il palazzo reale. Tutto intorno si trovavano le case dei contadini, degli artigiani e degli schiavi. Concetti CHIAVE La civiltà micenea si sviluppò nel Peloponneso nel 1600 a.C. ed estese i suoi domini fino a Creta e in Asia Minore. I Micenei combatterono diverse guerre contro le popolazioni del Mediterraneo, la più lunga fu quella contro la città di Troia. Le città erano delle fortezze protette da mura e costruite su un’altura. OSSERVO LA CARTA Individua nella carta le città nominate nel testo. Elenca almeno tre città micenee in Asia Minore. RICORDO E SPIEGO Rispondi a voce e confronta le tue risposte con quelle dei compagni. • Per quale aspetto le città micenee erano diverse da quelle cretesi? • Che cosa distingueva le città-stato micenee da tutte quelle che hai studiato finora?

La civiltà micenea

- Dove e quando si sviluppò la civiltà micenea?
- Contro chi combatterono i Micenei?
- Com’erano le città?
Mentre fioriva la civiltà cretese, nel Peloponneso si stabilì un popolo guerriero, gli Achei, proveniente dal Nord.
Essi fondarono diverse città, come Corinto, Tirinto, Sparta, Pilo e Micene, la più importante: dal suo nome la civiltà degli Achei fu chiamata micenea ed essi furono indicati con il nome di Micenei.
I Micenei conquistarono a poco a poco tutte le terre del Mar Egeo e infine anche Creta. Nei loro commerci marittimi raggiunsero le coste dell’Asia Minore, dove condussero lunghe guerre.
La più famosa fu quella contro Troia, che durò dieci anni.
I Micenei assorbirono le conoscenze e le abitudini dei Cretesi e le diffusero nei territori conquistati. Intorno al 1100 a.C. furono sottomessi dal popolo dei Dori, nomadi provenienti da nord, che nel 1200 a.C. invasero la Grecia.

Nelle città-fortezza

Le città dei Micenei erano vere e proprie città-fortezza, costruite su alture e protette da possenti mura. All’interno si trovavano i granai, le tombe reali, le case dei nobili, i magazzini, una cisterna sotterranea che riforniva d’acqua la città e, in cima alla collina, il palazzo reale.
Tutto intorno si trovavano le case dei contadini, degli artigiani e degli schiavi.


Concetti CHIAVE

La civiltà micenea si sviluppò nel Peloponneso nel 1600 a.C. ed estese i suoi domini fino a Creta e in Asia Minore.

I Micenei combatterono diverse guerre contro le popolazioni del Mediterraneo, la più lunga fu quella contro la città di Troia.

Le città erano delle fortezze protette da mura e costruite su un’altura.