FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 4

TECNOLOGIA Il vetro trasparenteI Fenici impararono a produrre oggetti in vetro trasparente. Il vetro era già in uso in Mesopotamia e in Egitto, ma gli oggetti erano opachi, anche se colorati. Mischiando alla sabbia bianca una polvere minerale, i Fenici riuscirono a realizzare i primi oggetti di vetro trasparente.In seguito scoprirono e perfezionarono la tecnica del vetro soffiato, con cui realizzarono vasi sottili e trasparenti, ciondoli a forma di maschere e altri gioielli, molto apprezzati dai Fenici stessi e in tutti i paesi con cui commerciavano.I tessuti rosso porporaI Fenici impararono a tingere i tessuti con la porpora, una tintura di colore rosso intenso ricavata dal mùrice.I tessuti tinti con la porpora erano un bene di lusso, perché per tingere un tessuto occorrevano migliaia di molluschi e una lunga lavorazione. Gli abiti realizzati con questi tessuti, simbolo di potere e di ricchezza, erano molto apprezzati in tutto il Mediterraneo.1 I molluschi erano immersi in acqua bollente in modo che rilasciassero un liquido rosso.2 Nelle vasche per la tintura si immergevano i tessuti e si lasciavano a bagno per diversi giorni.3 I tessuti, una volta colorati di un bel rosso porpora, erano messi al sole ad asciugare. L’artigiano soffia l’aria dentro la pasta di vetro, questa si gonfia e viene modellata.Il mùrice è un mollusco diffuso lunghe le coste della Fenicia.

TECNOLOGIA

Il vetro trasparente

I Fenici impararono a produrre oggetti in vetro trasparente. Il vetro era già in uso in Mesopotamia e in Egitto, ma gli oggetti erano opachi, anche se colorati. Mischiando alla sabbia bianca una polvere minerale, i Fenici riuscirono a realizzare i primi oggetti di vetro trasparente.
In seguito scoprirono e perfezionarono la tecnica del vetro soffiato, con cui realizzarono vasi sottili e trasparenti, ciondoli a forma di maschere e altri gioielli, molto apprezzati dai Fenici stessi e in tutti i paesi con cui commerciavano.

I tessuti rosso porpora

I Fenici impararono a tingere i tessuti con la porpora, una tintura di colore rosso intenso ricavata dal mùrice.
I tessuti tinti con la porpora erano un bene di lusso, perché per tingere un tessuto occorrevano migliaia di molluschi e una lunga lavorazione. Gli abiti realizzati con questi tessuti, simbolo di potere e di ricchezza, erano molto apprezzati in tutto il Mediterraneo.

1 I molluschi erano immersi in acqua bollente in modo che rilasciassero un liquido rosso.

2 Nelle vasche per la tintura si immergevano i tessuti e si lasciavano a bagno per diversi giorni.

3 I tessuti, una volta colorati di un bel rosso porpora, erano messi al sole ad asciugare.