FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

Una società multietnica Che cos’è l’immigrazione e perché avviene? Che cos’è una società multietnica? Gli italiani sono mai stati costretti a lasciare il loro paese? Da circa trent’anni in Italia, come in tutti i paesi industrializzati, arrivano numerose persone provenienti da diverse parti del mondo, soprattutto dai paesi più poveri dell’Europa orientale, ma anche dall’Africa, dall’Asia e dal Sudamerica: questo trasferimento di persone verso il nostro paese si chiama immigrazione. Gli immigrati lasciano la loro terra per motivi diversi: perché c’è la povertà, perché c’è la guerra o perché sono perseguitati per le loro idee politiche e sperano di trovare in Italia un lavoro e una casa. Per questo motivo l’Italia è diventata una società multietnica, cioè una società in cui convivono persone di culture diverse. Quando erano gli italiani a emigrare Anche gli italiani sono stati emigranti. Nella seconda metà dell’Ottocento la popolazione italiana crebbe rapidamente. L’Italia, però, era povera e offriva poche opportunità di lavoro. Così tra fine Ottocento e inizio Novecento molti italiani emigrarono per sfuggire alla miseria. Inizialmente raggiunsero altri stati europei, come Francia e Germania, poi si diressero verso Stati Uniti d’America, Argentina e Venezuela. Dal 1950 al 1970 vi furono migrazioni interne dal Sud e dalla campagna verso città del Nord, come Torino e Milano, dove le industrie offrivano lavoro. Tanti migrarono anche verso gli stati europei vicini, specie in Germania. COMPRENDO E SPIEGO Rileggi il testo e rispondi a voce. - Quali sono le cause dell’immigrazione? - Il fenomeno dell’immigrazione riguarda solo l’Italia? - Quando e perché l’emigrazione interessò anche gli italiani? Concetti CHIAVE L’immigrazione è il trasferimento di persone dal luogo di origine al nostro paese. Le persone lasciano il proprio paese per cercare lavoro e migliori condizioni di vita. Una società multietnica è quella in cui convivono persone di culture diverse; la società italiana è diventata multietnica. Alla fine dell’Ottocento anche molti italiani emigrarono in altri paesi europei e in America in cerca di condizioni di vita migliori. La presenza di persone con usanze, tradizioni e religioni diverse arricchisce la società.

Una società multietnica

  • Che cos’è l’immigrazione e perché avviene?

  • Che cos’è una società multietnica?

  • Gli italiani sono mai stati costretti a lasciare il loro paese?


Da circa trent’anni in Italia, come in tutti i paesi industrializzati, arrivano numerose persone provenienti da diverse parti del mondo, soprattutto dai paesi più poveri dell’Europa orientale, ma anche dall’Africa, dall’Asia e dal Sudamerica: questo trasferimento di persone verso il nostro paese si chiama immigrazione. Gli immigrati lasciano la loro terra per motivi diversi: perché c’è la povertà, perché c’è la guerra o perché sono perseguitati per le loro idee politiche e sperano di trovare in Italia un lavoro e una casa. 
Per questo motivo l’Italia è diventata una società multietnica, cioè una società in cui convivono persone di culture diverse

Quando erano gli italiani a emigrare

Anche gli italiani sono stati emigranti. Nella seconda metà dell’Ottocento la popolazione italiana crebbe rapidamente. L’Italia, però, era povera e offriva poche opportunità di lavoro. Così tra fine Ottocento e inizio Novecento molti italiani emigrarono per sfuggire alla miseria. Inizialmente raggiunsero altri stati europei, come Francia e Germania, poi si diressero verso Stati Uniti d’America, Argentina e Venezuela. Dal 1950 al 1970 vi furono migrazioni interne dal Sud e dalla campagna verso città del Nord, come Torino e Milano, dove le industrie offrivano lavoro. Tanti migrarono anche verso gli stati europei vicini, specie in Germania.


COMPRENDO E SPIEGO

  • Rileggi il testo e rispondi a voce.
    - Quali sono le cause dell’immigrazione?
    - Il fenomeno dell’immigrazione riguarda solo l’Italia?
    - Quando e perché l’emigrazione interessò anche gli italiani?


Concetti CHIAVE

  • L’immigrazione è il trasferimento di persone dal luogo di origine al nostro paese. Le persone lasciano il proprio paese per cercare lavoro e migliori condizioni di vita. 

  • Una società multietnica è quella in cui convivono persone di culture diverse; la società italiana è diventata multietnica.

  • Alla fine dell’Ottocento anche molti italiani emigrarono in altri paesi europei e in America in cerca di condizioni di vita migliori.