FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

Veneto LEGGO LA CARTA Osserva la carta, poi rispondi sul quaderno. - Con quali regioni e con quale stato confina il Veneto? - Quale ambiente fisico prevale? - Quali sono le vette più elevate? - Come si chiamano i principali passi e con quali regioni mettono in comunicazione la regione? - Quali fiumi attraversano la regione? - Quale lago è condiviso dal Veneto con la Lombardia? - Su quale mare si affaccia la regione? IL CAPOLUOGO Venezia è una città unica al mondo: costruita sull’acqua, su una serie di isolotti della Laguna Veneta, è una città solcata da canali invece che da strade. Famosa in tutto il mondo è Piazza San Marco (nella foto), vero gioiello artistico, su cui si affaccia il Palazzo Ducale. TERRITORIO Superficie: 18 399 km2 Popolazione: 4 927 153 abitanti Densità: 267,79 abitanti per km2 Capoluogo e città metropolitana: Venezia Città principali: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza. Territorio e clima La parte settentrionale del Veneto è occupata dalle Dolomiti, che ospitano il massiccio della Marmolada e le Tre Cime di Lavaredo. Seguono, più a Sud, le Prealpi Venete, che digradano fino alla Pianura Veneta. Questa occupa più della metà della regione ed è interrotta da colline di origine vulcanica (i Colli Euganei e i Monti Berici). Si divide in alta pianura, arida e poco fertile, e bassa pianura, ricca di acque e molto fertile. La Pianura Veneta è percorsa da numerosi fiumi: il Po, l’Adige, il Piave, il Brenta, il Tagliamento. A est, il Lago di Garda segna il confine con la Lombardia. La costa, bassa e sabbiosa, è caratterizzata dalla presenza di numerose lagune (la più vasta è la Laguna Veneta) e dai rami del delta del Po. Il clima è mite vicino al mare e sulle rive del Lago di Garda, continentale all’interno, con inverni freddi ed estati calde, alpino in montagna, con abbondanti nevicate in inverno ma fresco in estate. Da sinistra: vigneti sulle colline trevigiane; il Ponte Vecchio e il fiume Brenta, a Bassano del Grappa. Da nord a sud si succedono le Dolomiti, le Prealpi Venete e la Pianura Veneta. Numerosi fiumi percorrono la regione. La costa è bassa e sabbiosa con numerose lagune. Il clima è mite sul mare, continentale all’interno e alpino sulle montagne. NATURA E AMBIENTE Le Tre Cime di Lavaredo sono tra le montagne più note e spettacolari delle Dolomiti. Si trovano al confine tra il Veneto e il Trentino-Alto Adige. Ai loro piedi, nel versante veneto, si stende il Lago di Misurina, chiamato per la sua bellezza «Perla delle Dolomiti». Popolazione e attività Il Veneto è una regione densamente popolata, ma nessuna delle sue città raggiunge le dimensioni di una metropoli. La popolazione è concentrata nelle città e nei centri minori della pianura; per questo si parla di «città diffusa» o di «campagna urbanizzata». I centri abitati sorgono lungo le vie di comunicazione principali. Il Veneto è tra le regioni più industrializzate d’Italia, anche se negli ultimi anni ha risentito della crisi che ha investito la nostra economia. Su tutto il territorio sorgono piccole e medie industrie alimentari, tessili, del mobile e dell’abbigliamento. Presso Mestre e Marghera, invece, si concentrano grossi complessi industriali chimici e siderurgici. L’agricoltura è praticata con le più moderne tecnologie ed è quindi molto redditizia. In pianura si coltivano mais, cereali, patate, barbabietole da zucchero, ortaggi e frutta; in collina si coltivano viti e alberi da frutto. Si praticano l’allevamento, soprattutto di bovini e, nella laguna, la piscicoltura, cioè l’allevamento del pesce. L’artigianato tipico produce vetri artistici a Murano, merletti a Burano e ceramiche a Bassano del Grappa. Il turismo è molto fiorente, lungo il litorale, sulle Dolomiti e nelle città d’arte, prima fra tutte Venezia. Ben sviluppate sono le vie di comunicazione. Lavorazione del vetro a Murano. OCCUPAZIONE Il Veneto è una regione densamente popolata. In tutto il territorio sono presenti piccole e medie industrie. L’agricoltura è di tipo intensivo e molto fiorente. Vetri artistici, merletti e ceramiche sono i principali prodotti dall’artigianato. Il turismo è fiorente. ARTE E CULTURA Le ville palladiane sono distribuite soprattutto nei dintorni di Vicenza. Furono costruite nella metà del Cinquecento dall’architetto Andrea Palladio per le famiglie più importanti del luogo. L’eleganza delle costruzioni doveva mostrare la ricchezza e il buon gusto dei proprietari.

Veneto

LEGGO LA CARTA

  • Osserva la carta, poi rispondi sul quaderno.
    - Con quali regioni e con quale stato confina il Veneto?
    - Quale ambiente fisico prevale?
    - Quali sono le vette più elevate?
    - Come si chiamano i principali passi e con quali regioni mettono in comunicazione la regione?
    - Quali fiumi attraversano la regione?
    - Quale lago è condiviso dal Veneto con la Lombardia?
    - Su quale mare si affaccia la regione?

IL CAPOLUOGO

Venezia è una città unica al mondo: costruita sull’acqua, su una serie di isolotti della Laguna Veneta, è una città solcata da canali invece che da strade. Famosa in tutto il mondo è Piazza San Marco (nella foto), vero gioiello artistico, su cui si affaccia il Palazzo Ducale.

TERRITORIO

  • Superficie: 18 399 km2 

  • Popolazione: 4 927 153 abitanti 

  • Densità: 267,79 abitanti per km2 

  • Capoluogo e città metropolitana: Venezia

  • Città principali: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza.

Territorio e clima

La parte settentrionale del Veneto è occupata dalle Dolomiti, che ospitano il massiccio della Marmolada e le Tre Cime di Lavaredo
Seguono, più a Sud, le Prealpi Venete, che digradano fino alla Pianura Veneta. Questa occupa più della metà della regione ed è interrotta da colline di origine vulcanica (i Colli Euganei e i Monti Berici). Si divide in alta pianura, arida e poco fertile, e bassa pianura, ricca di acque e molto fertile. 
La Pianura Veneta è percorsa da numerosi fiumi: il Po, l’Adige, il Piave, il Brenta, il Tagliamento. A est, il Lago di Garda segna il confine con la Lombardia. 
La costa, bassa e sabbiosa, è caratterizzata dalla presenza di numerose lagune (la più vasta è la Laguna Veneta) e dai rami del delta del Po
Il clima è mite vicino al mare e sulle rive del Lago di Garda, continentale all’interno, con inverni freddi ed estati calde, alpino in montagna, con abbondanti nevicate in inverno ma fresco in estate.

NATURA E AMBIENTE

Le Tre Cime di Lavaredo sono tra le montagne più note e spettacolari delle Dolomiti. Si trovano al confine tra il Veneto e il Trentino-Alto Adige. Ai loro piedi, nel versante veneto, si stende il Lago di Misurina, chiamato per la sua bellezza «Perla delle Dolomiti».

Popolazione e attività

Il Veneto è una regione densamente popolata, ma nessuna delle sue città raggiunge le dimensioni di una metropoli. La popolazione è concentrata nelle città e nei centri minori della pianura; per questo si parla di «città diffusa» o di «campagna urbanizzata». I centri abitati sorgono lungo le vie di comunicazione principali. 
Il Veneto è tra le regioni più industrializzate d’Italia, anche se negli ultimi anni ha risentito della crisi che ha investito la nostra economia. Su tutto il territorio sorgono piccole e medie industrie alimentari, tessili, del mobile e dell’abbigliamento. Presso Mestre e Marghera, invece, si concentrano grossi complessi industriali chimici e siderurgici. 
L’agricoltura è praticata con le più moderne tecnologie ed è quindi molto redditizia. In pianura si coltivano mais, cereali, patate, barbabietole da zucchero, ortaggi e frutta; in collina si coltivano viti e alberi da frutto
Si praticano l’allevamento, soprattutto di bovini e, nella laguna, la piscicoltura, cioè l’allevamento del pesce. 
L’artigianato tipico produce vetri artistici a Murano, merletti a Burano e ceramiche a Bassano del Grappa. 
Il turismo è molto fiorente, lungo il litorale, sulle Dolomiti e nelle città d’arte, prima fra tutte Venezia. 
Ben sviluppate sono le vie di comunicazione.

ARTE E CULTURA

Le ville palladiane sono distribuite soprattutto nei dintorni di Vicenza. Furono costruite nella metà del Cinquecento dall’architetto Andrea Palladio per le famiglie più importanti del luogo. L’eleganza delle costruzioni doveva mostrare la ricchezza e il buon gusto dei proprietari.