FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

Abruzzo LEGGO LA CARTA Osserva la carta, poi rispondi sul quaderno. - Con quali regioni confina l’Abruzzo?- Quali caratteristiche presenta il territorio?- Quali sono i rilievi?- Quali sono le vette più elevate?- Su quale mare si affaccia la regione?- Quali fiumi l’attraversano? IL CAPOLUOGO Capoluogo dell’Abruzzo è L’Aquila, che ospita la celebre Fontana delle 99 cannelle (nella foto). I 99 getti d’acqua rappresentano altrettanti rioni in cui fu divisa la città al momento della sua fondazione. Danneggiata dal terremoto del 2009, la fontana è stata restaurata e oggi l’acqua continua a sgorgare dalle 99 bocche. TERRITORIO Superficie: 10 798 km2 Popolazione: 1 333 939 abitanti Densità: 123,53 abitanti per km2 Capoluogo e città metropolitana: L’Aquila Città principali: Chieti, Pescara,Teramo. Il litorale di Pescara. Territorio e clima Il territorio dell’Abruzzo è in larga parte montuoso. Qui si trovano le cime più elevate dell’Appennino: il Corno Grande, nel massiccio del Gran Sasso, e il Monte Amaro, nel massiccio de La Maiella. I rilievi digradano fino al mare formando una fascia di colline, a tratti franose e incise dai calanchi. Tra i rilievi si aprono fertili conche pianeggianti, tra cui la Piana del Fucino, antico lago prosciugato per ricavare aree coltivabili e oggi fertile zona agricola. Sui monti dell’Abruzzo vivono alcune specie animali e vegetali protette, come il lupo e l’orso marsicano. Per tutelarle sono stati istituiti tre Parchi Nazionali, che interessano vaste aree della regione: quello d’Abruzzo, Lazio e Molise, quello del Gran Sasso e Monti della Laga, quello della Maiella. I fiumi sono brevi e a carattere torrentizio. Il più importante è il Pescara, che si getta nel Mar Adriatico. Le coste sono basse e sabbiose, ma prive di porti naturali. Il clima è mite lungo le coste, continentale nelle zone interne, con inverni rigidi e nevosi sui rilievi. Da sinistra: il Gran Sasso si riflette nelle acque di un lago; pista sciistica a Roccaraso. Il territorio è in gran parte montuoso; qui si trovano le cime più alte dell’Appennino: il Corno Grande e il Monte Amaro. La pianura più estesa è la Piana del Fucino, un antico lago prosciugato. In Abruzzo ci sono tre Parchi Nazionali.I fiumi sono brevi e a carattere torrentizio. Il clima è mite sulle coste, continentale nell’interno. NATURA E AMBIENTE Per estensione, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è il terzo più grande d’Italia. Si estende su un territorio in gran parte montuoso, in cui vivono numerose specie protette sia vegetali sia animali, tra cui il camoscio d’Abruzzo, l’orso bruno marsicano e il lupo appenninico. Popolazione e attività La popolazione si concentra lungo le coste, in particolare nell’area compresa tra Pescara e Chieti, dove si trova la maggior parte delle attività industriali, e nella zona intorno alla città capoluogo. Per secoli l’economia abruzzese si è basata su un’agricoltura molto povera, praticata con metodi tradizionali, e sulla pastorizia, che praticava la transumanza. Oggi l’agricoltura si è modernizzata e nelle zone più fertili, come la Piana del Fucino, è attuata con metodi intensivi. Un tempo il prodotto più diffuso era la patata; oggi si coltivano ortaggi, frumento, frutta, tabacco e barbabietole da zucchero. Prodotti tipici sono lo zafferano e la liquirizia. Nella regione vi sono piccole e medie industrie alimentari (famosi sono i confetti di Sulmona), meccaniche e farmaceutiche. Nella provincia di Teramo sono presenti industrie della ceramica, dei mattoni e dell’abbigliamento. Tipica della regione è la produzione delle zampogne, antichi strumenti musicali a fiato. Abbondante è la produzione di energia idroelettrica. Inoltre nella zona di Vasto sono stati trovati giacimenti di metano. Il turismo è in crescita lungo le coste, nei centri per gli sport invernali nella zona del Gran Sasso e nei Parchi Nazionali. Il terziario avanzato è presente con il Centro Telespazio, nel Fucino, che con le sue enormi antenne permette i collegamenti internazionali, e con i Laboratori di ricerca del Gran Sasso. Lo zafferano abruzzese è tutelato dal marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta). OCCUPAZIONE La popolazione è concentrata sulle coste e intorno al capoluogo. Nella Piana del Fucino si pratica un’agricoltura intensiva.Prodotti tipici dell’agricoltura sono lo zafferano e la liquirizia. Ci sono industrie medie e piccole. Famosi i confetti di Sulmona e le zampogne. Si produce molta energia idroelettrica. Il terziario avanzato è molto sviluppato. ARTE E CULTURA Tagliacozzo, nella Marsica, è tra i borghi più belli d’Italia. Il centro ha conservato il suo tipico aspetto medievale, con le antiche porte e le numerose chiese. È una meta apprezzata da turisti e villeggianti anche per il clima e per la sua posizione, sulle pendici del monte Civita.

Abruzzo

LEGGO LA CARTA

  • Osserva la carta, poi rispondi sul quaderno.
    - Con quali regioni confina l’Abruzzo?
    - Quali caratteristiche presenta il territorio?
    - Quali sono i rilievi?
    - Quali sono le vette più elevate?
    - Su quale mare si affaccia la regione?
    - Quali fiumi l’attraversano?

IL CAPOLUOGO

Capoluogo dell’Abruzzo è L’Aquila, che ospita la celebre Fontana delle 99 cannelle (nella foto). I 99 getti d’acqua rappresentano altrettanti rioni in cui fu divisa la città al momento della sua fondazione. Danneggiata dal terremoto del 2009, la fontana è stata restaurata e oggi l’acqua continua a sgorgare dalle 99 bocche.

TERRITORIO

  • Superficie: 10 798 km2 

  • Popolazione: 1 333 939 abitanti 

  • Densità: 123,53 abitanti per km2 

  • Capoluogo e città metropolitana: L’Aquila

  • Città principali: Chieti, Pescara,Teramo.

Territorio e clima

Il territorio dell’Abruzzo è in larga parte montuoso. Qui si trovano le cime più elevate dell’Appennino: il Corno Grande, nel massiccio del Gran Sasso, e il Monte Amaro, nel massiccio de La Maiella. I rilievi digradano fino al mare formando una fascia di colline, a tratti franose e incise dai calanchi. Tra i rilievi si aprono fertili conche pianeggianti, tra cui la Piana del Fucino, antico lago prosciugato per ricavare aree coltivabili e oggi fertile zona agricola. 
Sui monti dell’Abruzzo vivono alcune specie animali e vegetali protette, come il lupo e l’orso marsicano. Per tutelarle sono stati istituiti tre Parchi Nazionali, che interessano vaste aree della regione: quello d’Abruzzo, Lazio e Molise, quello del Gran Sasso e Monti della Laga, quello della Maiella. 
I fiumi sono brevi e a carattere torrentizio. Il più importante è il Pescara, che si getta nel Mar Adriatico. 
Le coste sono basse e sabbiose, ma prive di porti naturali. 
Il clima è mite lungo le coste, continentale nelle zone interne, con inverni rigidi e nevosi sui rilievi.

NATURA E AMBIENTE

Per estensione, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è il terzo più grande d’Italia. Si estende su un territorio in gran parte montuoso, in cui vivono numerose specie protette sia vegetali sia animali, tra cui il camoscio d’Abruzzo, l’orso bruno marsicano e il lupo appenninico.

Popolazione e attività

La popolazione si concentra lungo le coste, in particolare nell’area compresa tra Pescara e Chieti, dove si trova la maggior parte delle attività industriali, e nella zona intorno alla città capoluogo. 
Per secoli l’economia abruzzese si è basata su un’agricoltura molto povera, praticata con metodi tradizionali, e sulla pastorizia, che praticava la transumanza. Oggi l’agricoltura si è modernizzata e nelle zone più fertili, come la Piana del Fucino, è attuata con metodi intensivi. 
Un tempo il prodotto più diffuso era la patata; oggi si coltivano ortaggi, frumento, frutta, tabacco e barbabietole da zucchero. Prodotti tipici sono lo zafferano e la liquirizia
Nella regione vi sono piccole e medie industrie alimentari (famosi sono i confetti di Sulmona), meccaniche e farmaceutiche. Nella provincia di Teramo sono presenti industrie della ceramica, dei mattoni e dell’abbigliamento. 
Tipica della regione è la produzione delle zampogne, antichi strumenti musicali a fiato. 
Abbondante è la produzione di energia idroelettrica. Inoltre nella zona di Vasto sono stati trovati giacimenti di metano
Il turismo è in crescita lungo le coste, nei centri per gli sport invernali nella zona del Gran Sasso e nei Parchi Nazionali. 
Il terziario avanzato è presente con il Centro Telespazio, nel Fucino, che con le sue enormi antenne permette i collegamenti internazionali, e con i Laboratori di ricerca del Gran Sasso.

ARTE E CULTURA

Tagliacozzo, nella Marsica, è tra i borghi più belli d’Italia. Il centro ha conservato il suo tipico aspetto medievale, con le antiche porte e le numerose chiese. È una meta apprezzata da turisti e villeggianti anche per il clima e per la sua posizione, sulle pendici del monte Civita.