FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

La ricerca di nuove terre Perché i Greci cercarono nuove terre in cui vivere? Che cosa facevano quando le trovavano? Dove trovarono nuove terre in Italia? In Grecia nel VII secolo a.C. ci fu una grave crisi economica: la popolazione era aumentata e il cibo prodotto non bastava per tutti. Molti decisero di emigrare alla ricerca di terre da coltivare: nacquero così le prime colonie, che nei secoli divennero numerose e importanti. La pòlis forniva ai migranti le navi e i mezzi necessari. A volte la meta era scelta prima della partenza, sulla base di informazioni riguardanti la facilità di approdo e la fertilità del suolo. Giunti a destinazione, i coloni fondavano città simili alla città-madre, si dividevano le terre e iniziavano a coltivarle. In seguito dalla madrepatria giungevano altri coloni che aprivano attività artigianali e commerciali. La colonia era una pòlis indipendente, però manteneva rapporti commerciali con la madrepatria e ne conservava la lingua, la religione, le tradizioni, lo stile di vita. Spesso si stabilivano buoni rapporti di convivenza con le comunità locali. I matrimoni misti tra coloni e indigeni favorivano l’integrazione dei modi di vivere e di pensare. Le navi greche più importanti erano le triremi, chiamate così perché dotate di tre file di remi. Venivano utilizzate nelle battaglie e per scortare le navi dei coloni. Erano dotate di un’ampia vela quadrata. Le parole della STORIA La colonia è una città fondata da persone giunte da terre lontane. La madrepatria è la città di provenienza, la città-madre. La Magna GreciaLe prime colonie furono fondate a Occidente lungo le vicine coste dell’Italia meridionale e della Sicilia. La terra più ricca era la Sicilia. Qui i coloni dovettero lottare contro le popolazioni locali e contro le colonie fenicie di Palermo e Trapani, nella Sicilia occidentale. I Greci si stabilirono allora nella Sicilia orientale e fondarono molti altri importanti centri. La fertilità del suolo produsse una grande ricchezza, che favorì l’artigianato e i commerci. Furono realizzate molte opere d’arte, monumenti, templi, pitture, sculture, oggetti di ceramica e di oreficeria. Sorsero «scuole» che diedero impulso alle scienze, come la matematica e la fisica. Le colonie sorte in Italia divennero così ricche e importanti che presero il nome di Magna Grecia, cioè «Grande Grecia». OSSERVO LA CARTA Osserva la carta nella pagina a fianco e completa.- I Greci colonizzarono a Oriente (est) le coste del Mar ... e dell’Asia ...- A Occidente (ovest), fondarono colonie lungo le coste dell’Italia ... e della ... e sulle coste della Francia. COMPRENDO ED ESPONGO Cerca le risposte alle seguenti domande nei testi di queste due pagine e rispondi a voce con parole tue.- In che modo i Greci raggiungevano le terre in cui fondare le colonie?- Quali caratteristiche dovevano avere le terre in cui fermarsi?- Perché le colonie fondate nel sud dell’Italia e in Sicilia diventarono ricche e importanti? Concetti CHIAVE I Greci avevano bisogno di nuove terre perché la popolazione era aumentata e il cibo era insufficiente. Fondarono perciò le colonie, città indipendenti ma con le stesse caratteristiche culturali delle pòleis greche. I Greci fondarono colonie nel sud dell’Italia e in Sicilia. Nel Sud il loro insieme prese il nome di Magna Grecia. Colonnati del tempio detto delle «Tavole Palatine» a Metaponto, in Basilicata. È chiamato anche tempio di Pitagora, in onore del grande scienziato che morì a Metaponto.

La ricerca di nuove terre

  • Perché i Greci cercarono nuove terre in cui vivere?

  • Che cosa facevano quando le trovavano?

  • Dove trovarono nuove terre in Italia?


In Grecia nel VII secolo a.C. ci fu una grave crisi economica: la popolazione era aumentata e il cibo prodotto non bastava per tutti. Molti decisero di emigrare alla ricerca di terre da coltivare: nacquero così le prime colonie, che nei secoli divennero numerose e importanti. 
La pòlis forniva ai migranti le navi e i mezzi necessari. A volte la meta era scelta prima della partenza, sulla base di informazioni riguardanti la facilità di approdo e la fertilità del suolo. Giunti a destinazione, i coloni fondavano città simili alla città-madre, si dividevano le terre e iniziavano a coltivarle. In seguito dalla madrepatria giungevano altri coloni che aprivano attività artigianali e commerciali. La colonia era una pòlis indipendente, però manteneva rapporti commerciali con la madrepatria e ne conservava la lingua, la religione, le tradizioni, lo stile di vita. 
Spesso si stabilivano buoni rapporti di convivenza con le comunità locali. I matrimoni misti tra coloni e indigeni favorivano l’integrazione dei modi di vivere e di pensare.

La Magna Grecia

Le prime colonie furono fondate a Occidente lungo le vicine coste dell’Italia meridionale e della Sicilia. La terra più ricca era la Sicilia. Qui i coloni dovettero lottare contro le popolazioni locali e contro le colonie fenicie di Palermo e Trapani, nella Sicilia occidentale. I Greci si stabilirono allora nella Sicilia orientale e fondarono molti altri importanti centri. 
La fertilità del suolo produsse una grande ricchezza, che favorì l’artigianato e i commerci. Furono realizzate molte opere d’arte, monumenti, templi, pitture, sculture, oggetti di ceramica e di oreficeria. Sorsero «scuole» che diedero impulso alle scienze, come la matematica e la fisica
Le colonie sorte in Italia divennero così ricche e importanti che presero il nome di Magna Grecia, cioè «Grande Grecia».


OSSERVO LA CARTA

  • Osserva la carta nella pagina a fianco e completa.
    - I Greci colonizzarono a Oriente (est) le coste del Mar ... e dell’Asia ...
    - A Occidente (ovest), fondarono colonie lungo le coste dell’Italia ... e della ... e sulle coste della Francia.


COMPRENDO ED ESPONGO

  • Cerca le risposte alle seguenti domande nei testi di queste due pagine e rispondi a voce con parole tue.
    - In che modo i Greci raggiungevano le terre in cui fondare le colonie?
    - Quali caratteristiche dovevano avere le terre in cui fermarsi?
    - Perché le colonie fondate nel sud dell’Italia e in Sicilia diventarono ricche e importanti?


Concetti CHIAVE

  • I Greci avevano bisogno di nuove terre perché la popolazione era aumentata e il cibo era insufficiente.

  • Fondarono perciò le colonie, città indipendenti ma con le stesse caratteristiche culturali delle pòleis greche.

  • I Greci fondarono colonie nel sud dell’Italia e in Sicilia. Nel Sud il loro insieme prese il nome di Magna Grecia.