FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

Tra passato e presente Sono molti i monumenti dell’antica civiltà greca giunti fino a noi. Sull’Acropoli di Atene è possibile ammirare il Partenone e altri templi, molti dei quali eretti nel V secolo a.C., quando la città, sotto il governo di Pericle, conobbe un periodo di grande splendore e di fioritura delle arti. Ma anche altre città greche conservano monumenti splendidi, che ci «raccontano» la loro storia. 1. ATENE La città di Atene ancora oggi è dominata dall’Acropoli, una rocca con la sommità spianata su cui sorgono alcuni dei monumenti più significativi dell’antica storia della Grecia. Anche l’Eretteo, come il Partenone, era un tempio dedicato alla dea Atena. Al tempio vero e proprio è collegata la Loggia delle Cariatidi (nella foto), in cui le colonne sono sostituite da sculture di donne vestite con lunghe tuniche. Il Partenone è il tempio più importante dell’Acropoli di Atene; è dedicato alla dea Atena, la protettrice della città. Era riccamente decorato con sculture e con un fregio scolpito che correva lungo tutto il perimetro del tempio, tra le colonne e il tetto. LA GRECIA OGGI Oggi la Grecia è una repubblica che fa parte dell’Unione Europea. Le principali risorse economiche sono le industrie navali e il turismo. Le bellezze naturali, le acque limpide del mare, le testimonianze del passato e le numerose opere d’arte attraggono infatti un gran numero di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Atene è la capitale. Accoglie un quarto della popolazione nazionale. È dominata, al centro, dalla rocca dell’Acropoli, che testimonia l’antico splendore della cultura greca. È sede di numerosi musei e istituti archeologici. 2. DELFI Delfi era uno dei centri di culto più importanti della Grecia. Qui sorgeva un famoso tempio dedicato al dio Apollo, dove i Greci si recavano a consultare l’oracolo prima di partire per fondare una nuova colonia. Accanto al tempio sorge il teatro, in grado di ospitare fino a 5 000 spettatori, dove un tempo si svolgevano gare di musica e poesia. 3. OLIMPIA A Olimpia, ogni quattro anni, si disputavano i Giochi olimpici, a cui partecipavano atleti di ogni città e colonia della Grecia. Nello stadium, una pista lunga 212,54 metri, si disputava la gara di corsa. Gli atleti accedevano allo stadio attraverso un passaggio a volta, mentre i giudici sedevano su una piattaforma di pietra, l’esedra.

Tra passato e presente

Sono molti i monumenti dell’antica civiltà greca giunti fino a noi. Sull’Acropoli di Atene è possibile ammirare il Partenone e altri templi, molti dei quali eretti nel V secolo a.C., quando la città, sotto il governo di Pericle, conobbe un periodo di grande splendore e di fioritura delle arti. Ma anche altre città greche conservano monumenti splendidi, che ci «raccontano» la loro storia.


Anche l’Eretteo, come il Partenone, era un tempio dedicato alla dea Atena. Al tempio vero e proprio è collegata la Loggia delle Cariatidi (nella foto), in cui le colonne sono sostituite da sculture di donne vestite con lunghe tuniche.

Il Partenone è il tempio più importante dell’Acropoli di Atene; è dedicato alla dea Atena, la protettrice della città. Era riccamente decorato con sculture e con un fregio scolpito che correva lungo tutto il perimetro del tempio, tra le colonne e il tetto.

LA GRECIA OGGI

Oggi la Grecia è una repubblica che fa parte dell’Unione Europea. Le principali risorse economiche sono le industrie navali e il turismo. Le bellezze naturali, le acque limpide del mare, le testimonianze del passato e le numerose opere d’arte attraggono infatti un gran numero di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. 

Atene è la capitale. Accoglie un quarto della popolazione nazionale. È dominata, al centro, dalla rocca dell’Acropoli, che testimonia l’antico splendore della cultura greca. È sede di numerosi musei e istituti archeologici.

2. DELFI

Delfi era uno dei centri di culto più importanti della Grecia. Qui sorgeva un famoso tempio dedicato al dio Apollo, dove i Greci si recavano a consultare l’oracolo prima di partire per fondare una nuova colonia. Accanto al tempio sorge il teatro, in grado di ospitare fino a 5 000 spettatori, dove un tempo si svolgevano gare di musica e poesia.

3. OLIMPIA

A Olimpia, ogni quattro anni, si disputavano i Giochi olimpici, a cui partecipavano atleti di ogni città e colonia della Grecia. Nello stadium, una pista lunga 212,54 metri, si disputava la gara di corsa. Gli atleti accedevano allo stadio attraverso un passaggio a volta, mentre i giudici sedevano su una piattaforma di pietra, l’esedra.