FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

La civiltà greca L’antica civiltà greca è importante per la nostra storia e la nostra cultura? Che cosa ci ha lasciato? Sulle colline della Grecia si potevano coltivare viti e ulivi e allevare pecore e capre. Il mare era un’importante risorsa anche per la pesca. Grazie alla vicinanza del mare e all’abbondanza del legname per costruire imbarcazioni, i Greci diventarono abili navigatori e commercianti. Gli antichi Greci svilupparono una splendida civiltà, che raggiunse livelli di cultura straordinari. Dal loro alfabeto, che aggiunse le vocali a quello fenicio, derivò l’alfabeto latino, base della lingua italiana e di molte lingue moderne. I Greci inventarono il teatro, la filosofia, le Olimpiadi, produssero magnifiche opere d’arte figurativa, di letteratura e di architettura, fecero studi e scoperte fondamentali nei campi della matematica, dell’astronomia, della medicina. Essi, inoltre, inventarono e applicarono per primi un nuovo modo di governare: la democrazia. I Greci furono abili navigatori e fondarono colonie in tutto il Mediterraneo e, con i commerci, diffusero la loro cultura. La civiltà greca, quindi, influenzò moltissimo il modo di vivere e di pensare dei nostri antenati e, perciò, il nostro: la cultura greca è la madre della cultura occidentale. I Greci davano grande importanza allo sport e alla cura del corpo. Nei teatri all’aperto rappresentavano spettacoli pubblici e gratuiti. Gli attori erano solo maschi. In onore degli dèi, i Greci costruivano grandi templi in pietra. All’esterno innalzavano grandi altari per i sacrifici, per ringraziare gli dèi o chiedere loro dei favori. Mettetevi in coppia e cercate nel testo le risposte alle domande iniziali e il significato delle parole evidenziate. A turno, anche con l’aiuto delle immagini e delle didascalie, presentate in un breve discorso l’importanza della civiltà greca.

La civiltà greca

  • L’antica civiltà greca è importante per la nostra storia e la nostra cultura?

  • Che cosa ci ha lasciato?

Sulle colline della Grecia si potevano coltivare viti e ulivi e allevare pecore e capre. Il mare era un’importante risorsa anche per la pesca. Grazie alla vicinanza del mare e all’abbondanza del legname per costruire imbarcazioni, i Greci diventarono abili navigatori e commercianti.

Gli antichi Greci svilupparono una splendida civiltà, che raggiunse livelli di cultura straordinari. Dal loro alfabeto, che aggiunse le vocali a quello fenicio, derivò l’alfabeto latino, base della lingua italiana e di molte lingue moderne. I Greci inventarono il teatro, la filosofia, le Olimpiadi, produssero magnifiche opere d’arte figurativa, di letteratura e di architettura, fecero studi e scoperte fondamentali nei campi della matematica, dell’astronomia, della medicina. Essi, inoltre, inventarono e applicarono per primi un nuovo modo di governare: la democrazia. I Greci furono abili navigatori e fondarono colonie in tutto il Mediterraneo e, con i commerci, diffusero la loro cultura. La civiltà greca, quindi, influenzò moltissimo il modo di vivere e di pensare dei nostri antenati e, perciò, il nostro: la cultura greca è la madre della cultura occidentale.

I Greci davano grande importanza allo sport e alla cura del corpo. Nei teatri all’aperto rappresentavano spettacoli pubblici e gratuiti. Gli attori erano solo maschi.

In onore degli dèi, i Greci costruivano grandi templi in pietra. All’esterno innalzavano grandi altari per i sacrifici, per ringraziare gli dèi o chiedere loro dei favori.

Mettetevi in coppia e cercate nel testo le risposte alle domande iniziali e il significato delle parole evidenziate. A turno, anche con l’aiuto delle immagini e delle didascalie, presentate in un breve discorso l’importanza della civiltà greca.