FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

TECNOLOGIA Gli acquedotti I Romani realizzarono grandiosi acquedotti che percorrevano i territori dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa per portare l’acqua dalle sorgenti alle città, dove, scorrendo in tubature di piombo o di terracotta, era distribuita alle fontane, alle abitazioni, alle terme e agli altri edifici pubblici. L’acqua scorreva in condutture sotterranee o sostenute da grandi arcate in muratura. Si cercava di seguire il percorso più breve, ma alcuni acquedotti erano lunghi centinaia di chilometri e richiedevano la costruzione di ponti, viadotti, gallerie, per superare i dislivelli. L’abilità dei costruttori permetteva di mantenere l’acquedotto in leggera e costante pendenza, in modo da far scorrere l’acqua. L’acquedotto di Segovia, in Spagna, è una delle opere più maestose dell’ingegneria romana. Per innalzare gli acquedotti era largamente applicata la tecnica costruttiva dell’arco.

TECNOLOGIA

Gli acquedotti

I Romani realizzarono grandiosi acquedotti che percorrevano i territori dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa per portare l’acqua dalle sorgenti alle città, dove, scorrendo in tubature di piombo o di terracotta, era distribuita alle fontane, alle abitazioni, alle terme e agli altri edifici pubblici. L’acqua scorreva in condutture sotterranee o sostenute da grandi arcate in muratura. Si cercava di seguire il percorso più breve, ma alcuni acquedotti erano lunghi centinaia di chilometri e richiedevano la costruzione di ponti, viadotti, gallerie, per superare i dislivelli. L’abilità dei costruttori permetteva di mantenere l’acquedotto in leggera e costante pendenza, in modo da far scorrere l’acqua.