FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5

QUADERNO pagina 37 L IMPERO ROMANO I successori di Augusto L impero di Augusto durò 41 anni. Alla sua morte, nel 14 d.C., gli successe il figlio adottivo Tiberio, che diede inizio alle dinastie: gli imperatori non venivano più eletti dal senato ma ereditavano la carica. Tra i successori di Augusto ci furono anche imperatori che provenivano da famiglie nobili delle province, come Traiano e Adriano, che erano di origine spagnola. Traiano divenne imperatore nel 98 d.C. Egli ampliò i confini dell impero conquistando la Britannia, la Dacia, la Mesopotamia e l Arabia; l impero raggiunse, nel 117 d.C., la sua massima estensione e il suo massimo splendore. Tra Roma e le più lontane province si svolgevano intensi scambi commerciali via terra, grazie a un efficiente e fitta rete stradale, e per mare. A Roma comparvero così nuovi prodotti: seta, bitume, petrolio, pietre preziose, spezie, profumi. L imperatore Adriano e il limes A Traiano successe l imperatore Adriano. Egli si dedicò alle opere di pace e visitò le province facendo costruire ovunque strade, ponti, acquedotti, templi. Fondò anche molte città ed emanò leggi per favorire il benessere dei cittadini. L impero ormai era vastissimo. Per proteggere i suoi confini, Adriano fece costruire solide opere di fortificazione e di difesa. A guardia del limes, la linea di confine, l esercito era sempre pronto a respingere gli attacchi dei nemici. A N A LI ZZO E C O L L E G O Collega ogni imperatore all azione che egli svolse. Traiano Divise le province in senatorie e imperiali. Augusto Fece edificare un vallo in Britannia. Adriano Estese i confini dell impero fino all Arabia. In Britannia, l attuale Inghilterra, Adriano fece costruire una robusta e alta fortificazione in pietra dotata di torri, lunga 128 km e affiancata da un profondo fossato (vallum). Fu chiamata Vallo di Adriano. Ancora oggi se ne ammirano i resti. Concetti C H I AVE Augusto estese e rafforzò i confini dell impero. Realizzò numerose riforme: riorganizzò l esercito, modificò la struttura dello stato e lo divise in province. Favorì l arte e la cultura e abbellì Roma con monumenti e opere pubbliche. Quando morì la sua opera fu continuata dai suoi successori Traiano e Adriano. STORIA 75
FACCIAMO SQUADRA PER IMPARARE SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 5